huawei,-il-fatturato-cala-vistosamente-nel-2021:-29%-rispetto-al-2020

903614?w=660

Il fatturato di Huawei è crollato notevolmente nel 2021: le cifre a livelli assoluti rimangono sempre altissime – si parla di circa 99,5 miliardi di dollari complessivi – ma rispetto all’anno precedente si tratta di una contrazione di ben il 29%. La colpa, è facile immaginarlo, è da attribuirsi per lo più al ban imposto dagli Stati Uniti ormai circa due anni e mezzo fa e che con il tempo non ha fatto altro che inasprirsi.

Il ban, ricordiamo, impedisce a società statunitensi, o che si basano prevalentemente su tecnologia statunitense, di intrattenere rapporti commerciali con il colosso cinese. La motivazione principale è che l’azienda è ritenuta un rischio per la sicurezza nazionale, perché si teme che il governo di Pechino la obblighi a condurre operazioni di spionaggio internazionale e furto di dati. Huawei ha sempre negato ogni accusa dicendo di non aver mai fatto nulla per intaccare la fiducia dei suoi utenti, ma il punto è che, dal punto di vista degli USA, non c’è modo di avere la certezza assoluta che non lo farà in futuro.

Il settore che ha accusato di più il colpo, prevedibilmente, è quello degli smartphone, mentre quello delle apparecchiature di telecomunicazione è rimasto sostanzialmente stabile. Non ci sono dettagli più precisi perché Huawei non è quotata in borsa e quindi non è tenuta a rivelarli. Vale comunque la pena ricordare che alla fine dell’anno scorso il colosso ha venduto il suo marchio secondario Honor, e che nonostante tutto rimane uno dei più grossi fornitori di apparecchiature di rete al mondo


La novità Xiaomi piccola e leggera? Xiaomi Mi 11 Lite, in offerta oggi da Evoluxion a 240 euro oppure da Euronics a 290 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE