vuole-andare-in-carcere,-il-motivo-e-assurdo

Un uomo ha espressamente chiesto alle autorità di portarlo in carcere. La domanda è incredibile e, ancora più assurda, è la motivazione

Il carcere è uno dei luoghi più difficili, in cui vivere. Chi si trova a dover trascorrere un periodo della propria vita dietro alle sbarre, qualsiasi sia il motivo, deve affrontare paure, difficoltà e preoccupazioni quotidiane. Il clima è infatti spesso teso e rissoso e la lontananza dagli affetti si fa sentire: non è raro, infatti, che più che riabilitativo, il carcere fomenti ulteriormente gli animi irrequieti e poco a norma di legge.

Uomo condannato: vuole tornare in carcere
uomo in carcere (www.solonotizie24.it)

Uno dei problemi legato alle carceri, in Italia, è quello che concerne la sovrappopolazione. La questione riguarda un semplice rapporto tra le persone condannate a trascorrere un periodo dietro le sbarre e l’effettivo spazio di ogni carcere, sul suolo italiano. Quando ad ogni carcerato è garantito uno spazio personale ridottissimo, con conseguente poca attenzione al suo personale caso e alle sue esigenze, l’esperienza di prigione più che riabilitativa diventa un incubo.

In Italia, però, recentemente c’è un uomo che, anziché desiderare e chiedere insistentemente di essere rimesso in libertà come spesso accade in quell’ambiente, ha chiesto di essere rimesso dietro alle sbarre. La vicenda è incredibile, ma è successa veramente.

Vuole ritornare dietro alle sbarre: non ce la fa più

Il protagonista di questa assurda vicenda è un cittadino di 41 anni originario di El Salvador. Condannato nel 2013 a sei anni di reclusione per rapina, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali, dal marzo 2022 era agli arresti domiciliari a Seregno. Qui, conviveva con una connazionale di 45 anni e la figlia di sei anni, oltre alla figlia maggiorenne della compagna.

Pochi giorni fa, un violento litigio tra lui e la compagna ha scatenato l’attenzione dei Carabinieri che, una volta entrati in casa, hanno trovato l’uomo in uno stato molto alterato, psicologicamente e fisicamente. Il 41enne ha minacciato i militari con un coltello, cercando poi di farsi del male. A un certo punto, poi, la richiesta spassionata: vuole ritornare in carcere.

Uomo condannato: vuole tornare in carcere
uomo in carcere (www.solonotizie24.it)

Secondo quanto emerso, infatti, l’uomo avrebbe confessato ai Carabinieri di non sopportare più la compagna e gli avrebbe detto: “Meglio in carcere che a casa con mia moglie“. La sua richiesta è stata presto esaudita, grazie alle sue azioni. A causa dei comportamenti pericolosi, con agitazione, aggressività e frequente ubriachezza, i Carabinieri hanno proposto al Tribunale di sorveglianza di Milano la sospensione dei domiciliari, consentendo quindi all’uomo di tornare in carcere.

Chissà come proseguirà la vita del 41enne: a meno di reati che gli garantiscano l’ergastolo a vita, infatti, tra qualche anno si ritroverà nuovamente ad affrontare la vita fuori dalle sbarre e, di conseguenza, la tanto mal sopportata compagna. Non si esclude, quindi, che questa vicenda potrebbe verificarsi nuovamente tale e quale, tra qualche anno.

Leave a Reply