Un tè con Mr Darcy: come si prepara e si serve in modo perfetto

un-te-con-mr-darcy:-come-si-prepara-e-si-serve-in-modo-perfetto

Tante ricette dolci e salate per creare così il perfetto afternoon tea come ai tempi di Jane Austen

Con le prime piogge e le temperature che cominciano a scendere, ecco che torna la stagione del tè. Un rito che ha avuto inizio nel 1662, quando in Inghilter­ra governava Cromwell, che, divenutone un grande estimatore in Olanda, importò il tè in patria. L’abitudine di berlo ben presto si tramutò in moda, e il tè diventò la bevanda nazionale inglese. Il rito pomeridiano delle cinque però, fu lanciato da Anne Mary Stanhope, duchessa di Bedford, nel 1840, in epoca vittoriana. A quei tempi la cena era molto leggera così la duchessa, per smorzare la fame, decise di chiedere al cuoco di preparare dei dolcetti da gustare sorseggiando il tè.

Iniziò così ad invitare anche gli amici e prese vita l’afternoon tea.

Se amate il tè al bergamotto e letture appas­sionate come i romanzi di Jane Austen, non può certo mancare nella vostra libreria Un tè con Mr Darcy per Edizioni Ultra.

Ma chi era Mr Darcy? L’eroe romantico per eccellenza, introverso e un po’ scontroso, divenuto il più noto personaggio maschile dei romanzi della scrittrice romantica inglese, che ritroviamo in Orgoglio e Pregiudizio.

Qualche curiosità

  • L’Earl Grey è considerato il tè vittoriano per eccellenza.
  • Nel Seicento il tè era una bevanda carissima e riservata alle classi più nobili e alla famiglia reale.
  • La preparazione del tè spettava solo alla padrona di casa e non alla servitù.
  • Anche la regina Vittoria era una grandissima amante del tè, e di fatto istituzionalizzò l’afternoon tea a Buckingham Palace.
  • La prima sala da tè di Londra venne fondata da Thomas Twining nel 1717 sulla Strand, accanto alla sua coffee house. Twining lavorò molto sulla ricerca delle miscele e sulle aromatizzazioni, e nel 1734 decise di chiudere la coffee house e di aprire una seconda sala da tè: la Golden Lyon.

Come preparare il tè

• l’acqua va fatta bollire a fuoco medio in un pentolino e poi versata nella teiera


• occorre far girare l’acqua nella teiera affinché venga riscaldata completamente


• quindi versarla nuovamente nel pentolino


• mettete nella teiera le foglie libere, e se avete a disposizione solo bustine, apritele


• la dose è un cucchiaino per ogni invitato e uno per la teiera


• versate nuovamente l’acqua nella teiera e lasciate tutto in infusione per diversi minuti


• coprite il tutto con un tea cosy per preservare il calore


• se gradite del latte, dovete aggiungerlo alla tazza prima che venga versato il tè


• sopra la tazza dovete posizionare un apposito colino da tè


• versate il tè nella tazza con gesti lenti e delicati


• consegnate la tazza all’ospite

Ma visto che oggi si può viaggiare ben poco, prendete il vostro nuovo libro, preparatevi un tè e concedetevi un viaggio indietro nel tempo, tra balli e feste dell’ Ottocento, per andare alla scoperta della storia della bevanda più bevuta al mondo, con tante ricette dolci e salate, consigli per organizzare veri tea party e indicazioni di costume e di galateo.