Super Mario 3D World + Bowser’s Fury: nuovo trailer e Switch dedicata all’idraulico

super-mario-3d-world-+-bowser’s-fury:-nuovo-trailer-e-switch-dedicata-all’idraulico

A un mese esatto dal lancio di Super Mario 3D World + Bowser’s Fury su Switch, previsto per il 12 febbraio, Nintendo ha rilasciato un nuovo trailer e svelato una versione speciale della console ibrida dedicata ai 35 anni dell’idraulico più famoso al mondo (ricorrenza già celebrata in parte con la collection 3D All-Stars), e ispirata ai colori della sua leggendaria salopette.

Ma procediamo con ordine, e cominciamo dal video, che si concentra sui nuovi contenuti che si aggiungono a quelli già presenti sull’originale 3D World, uscito nel 2013 per Wii U.

Il DLC Bowser’s Fury sembra essere veramente particolare: non solo perché pare abbandoni la struttura dei livelli del titolo originale, andando incontro ad una formula più aperta in stile Super Mario Odissey, ma anche perché è legato ad una particolare meccanica – una cosa che nella regione di Galar chiamerebbero fenomeno Dynamax, e chi ha giocato a Pokémon Spada e Scudo ci seguirà.

Non è ancora chiaro come, quando e perché, ma a un certo punto un Boswer gigantesco e tutto nero di pece farà la sua comparsa all’orizzonte del mondo di gioco, e comincerà a modificare il livello e ad attaccare Mario. Nella sequenza finale del trailer vediamo l’eroe baffuto che raggiunge un’enorme campanella per la trasformazione in Mario-Gatto, ed effettivamente assume proporzioni gigantesche per il confronto finale con il suo nemico storico. Le curiosità, insomma, restano ancora tante: noi non vediamo l’ora di provare il gioco e di raccontarvelo nella nostra recensione.

UNA NINTENDO SWITCH COI BAFFI

Assieme al gioco, il 12 febbraio arriverà sul mercato, come detto, anche una versione speciale di Nintendo Switch, la Mario Red & Blue Edition. Il colore dominante, proprio come per quella dedicata a Mario Odissey, è il rosso, anche se in una tonalità diversa. E poi c’è una caratteristica unica: per la prima volta il corpo centrale di Switch non è solo nero, ma è anche quello colorato di rosso.

In realtà, a dispetto del nome, è tutto molto Red e poco Blue: i dettagli del colore secondario infatti riguardano solo il Joy-Con Grip e gli slider da applicare ai controller qualora li si voglia utilizzare singolarmente. Il blu torna poi sulla bella custodia inclusa nella confezione (assieme ad una pellicola per proteggere il display), con accenti gialli.

Stonano un po’, a dirla tutta, i dettagli neri: in particolare quello del kickstand sulla parte posteriore, anche se sforzandoci possiamo vederci un richiamo al baffo di Mario: ma sappiamo che non è così. Il prezzo? Niente di esagerato, considerando che Switch non si schioda dalle sue cifre nonostante siano passati quasi quattro anni dal lancio, e le voci su un modello Pro si fanno sempre più insistenti: 299,99 euro.