striscia-la-notizia,-rischio-bomba-ecologica-in-una-nota-localita-italiana:-la-nuova-inchiesta-di-max-laudadio

L’inviato di Striscia la Notizia Max Laudadio ha fatto luce su un caso davvero particolare: ecco di cosa si tratta e a quale punto si è arrivati

È attualmente in onda su Canale 5 una puntata di Striscia la Notizia, noto programma Mediaset condotto da Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti. I due conduttori non ci hanno abbandonati nemmeno nel periodo delle feste: il tg satirico ideato da Antonio Ricci è andato in onda, infatti, tutti i giorni tranne domenica 25 dicembre. E non poteva essere altrimenti: il successo della trasmissione è assolutamente innegabile. Ogni puntata dello show entra, infatti, puntualmente nella classifica degli show più visti del giorno.

Oltre al carisma dei conduttori, il merito è anche degli inviati. Il loro talento nel realizzare inchieste e nel coinvolgere il pubblico non si può negare. Una degli inviati più amati è sicuramente Max Laudadio. Il conduttore radiofonico, televisivo e attore teatrale toscano realizza spesso inchieste molto interessanti, come quello sull’azienda di ristrutturazione dei bagni che ha fatto molto discutere il pubblico italiano.

Striscia la Notizia: il nuovo servizio di Max Laudadio

L’inviato nato a Pistoia il 30 agosto 1971 è tornato a parlare di un caso che aveva presentato qualche mese fa. Tra il comune di Vairate e quello di Fagnano Olona si trovava una fabbrica, l’Insa, poi chiusa. Nel servizio di qualche mese fa, l’inviato aveva spiegato che nello stabilimento, abbandonato da anni, erano presenti ancora residui della vecchia produzione di detersivi. Questi potevano essere molto dannosi: nei pressi del fiume Olona si trovavano decine e decine di sacchi di prodotti chimici che si riversavano nell’acqua e sembravano provocare la formazione di schiume maleodoranti, come vedete nella foto riportata qui sotto. La situazione era potenzialmente molto pericolosa, perché poteva provocare una vera e propria bomba ecologica.

fiumestriscia

Laudadio si era rivolto ai sindaci per segnalare la situazione. Una situazione che, per fortuna, sembra essere in via di risoluzione. Il noto personaggio televisivo è stato, infatti, contattato dal sindaco di Cairate, Anna Pugliese. “Lo dico con un grande sorriso, perché finalmente oggi abbiamo ottenuto i fondi dalla Regione Lombardia che devo ringraziare non solo per i fondi, ma per averci supportato e consigliato su quale tipologia di procedura fosse meglio attivare” ha detto il sindaco. 9 milioni e 300.000 euro saranno assegnati a Cairate e 500.000 euro a Fagnano Olona.

Il lavoro, ha spiegato l’Architetto Emanuele Cagnola, Responsabile dell’Ufficio Tecnico Settore Ecologia del Comune, non è stato semplice. “Non è semplice quantificare i rifiuti e determinare una cifra. A questo punto noi dovremo caratterizzare i vari rifiuti e successivamente, dopo le analisi, avremo un’idea concreta della quantità” ha spiegato. I lavori, ha detto il sindaco, partiranno fra un anno per la complessità del lavoro stesso. Però, ha assicurato il sindaco, entro tre anni questo lavoro verrà terminato. Scopriremo presto se sarà così!

LEGGI ANCHE>>>Striscia la Notizia, Luca Abete fa luce sulla cosiddetta ‘elemosina 2.0’: ecco di cosa si tratta e perché preoccupa