stranger-things,-il-gran-finale-si-ispira-alla-seconda-stagione

Home » News » Stranger Things, il gran finale si ispira alla seconda stagione

Aggiornato il 25 Novembre 2022 da Paolo Di Lorenzo

“Serially”

Stranger Things 5, l’epilogo attinge dalla seconda stagione

Stranger Things 5, il gran finale è cambiato rispetto ai piani iniziali dei fratelli Duffer. Trapelano le prime indiscrezioni sulla quinta stagione, che – secondo le ultime notizie – dovrebbe entrare in produzione nei primi mesi del 2023.

Parlando al WGFestival 2022, i fratelli Duffer hanno rivelato che per la scrittura dei nuovi episodi hanno riciclato alcune idee inizialmente concepite per le stagioni precedenti e poi accantonate.Per la quinta stagione, stiamo attingendo a molte delle grandi idee della seconda… Molte delle nostre grandi trovate finali derivano da cose che pensavamo sarebbero state nella seconda stagione, hanno rivelato i creatori della serie tv Netflix.

I Duffer non sono scesi nel dettaglio in merito a cosa – nello specifico – riaffiorerà dalla seconda alla quinta stagione. La notizia potrebbe cogliere alla sprovvista molti appassionati della saga di Hawkins, giacché per molti la stagione 2 è la più debole di tutta la serie. C’è da dire che, tematicamente, questa dichiarazione dei Duffer ha molto senso. Nella seconda stagione viene sviscerato il legame di Will (Noah Schnapp) con il Sottosopra e il passato di Eleven (Millie Bobby Brown) al laboratorio di Hawkins.

continua a leggere dopo la pubblicità

È stato confermato che Will tornerà ad essere centrale nella quinta stagione, dopo una quarta che l’ha visto alquanto marginale (salvo quella commovente scena con Jonathan). Il fatto che la stagione 5 sarà così legata alla quinta – in virtù di idee e trovate che inizialmente erano state sviluppate per il secondo capitolo della saga – potrebbe rivelarsi una gran cosa.

Continuando a parlare della stagione 5, i Duffer hanno raccontato di aver avuto il tempo necessario per delineare la stagione 5 prima che la stagione 4 fosse girata, montata e disponibile su Netflix. Questo a causa della sosta forzata imposta alla produzione, che aveva iniziato a girare la quarta da poche settimane prima che la pandemia globale costringesse i set di tutto il mondo a fermarsi. Matt e Ross hanno inoltre spiegato che – una volta ascoltate le opinioni dei loro collaboratori e dei fan della serie tv sulla quarta stagione – il finale della quinta è stato cambiato.

Abbiamo riletto il documento nel quale abbiamo mappato la storia della quinta stagione” ha detto Matt, “e ci siamo detti: ‘È bello, è bello. Potrebbe essere molto meglio”. Da qui, la decisione dei Duffer di rimettere mano allo sviluppo della storia della quinta stagione per arrivare ad un risultato più incisivo: “Adesso il finale è un po’ diverso. Molte delle grandi idee sono le stesse, ma le cose che accadono all’interno sono molto diverse” ha concluso Matt Duffer.

“Cleaning

Interazioni del lettore