shahmaran,-la-leggenda-che-ha-ispirato-la-serie

Shahmaran è una nuova serie tv turca disponibile su Netflix. Si tratta di una serie di genere fantasy, che si ispira ad un’antica leggenda legata ad una figura mitologica.

Shahmaran è la nuova serie turca, disponibile su Netflix, ispirata a racconti e leggende tradizionali, che propone una storia d’amore particolare, tra cambiamenti e pericoli mortali.

Una serie apparentemente molto interessante e promettente, che sicuramente farà impazzire gli amanti di questo genere. La storia parla di Sahsu, interpretata da Serenay Sarikaya, che parte verso la città di Adana per lavorare come insegnante. La giovane donna vuole incontrare il nonno, colpevole di aver abbandonato la madre anni prima, senza un apparente motivo, e di aver provocato grande sofferenza all’interno della famiglia. La giovane incontra la comunità Mar, discendente di Sahamaran, creatura mitologica, considerata simbolo di amore e saggezza.

I Mar sono da tempo in attesa che si verifichi una profezia, che potrebbe essere legata all’arrivo della giovane donna. L’incontro con l’affascinante Maran, interpretato da Burak Deniz, renderà tutto complicato, mentre la protagonista dovrà cercare di capire quanto ci sia di vero in questa profezia.

Shahmaran: la leggenda che ha ispirato la storia

Shahmaran è una figura mitologica il cui corpo è diviso in due, metà donna e metà serpente. È presente nei racconti della cultura orientale.

Secondo la leggenda si pensa che abitasse nei dintorni di Tarso. Nell’essenza di questa creatura c’è solo bontà. Si racconta che trascorreva la vita sotto terra, con i suoi serpenti che le obbedivano. Un giovane di nome Cemşab viene lasciato in fondo al pozzo perché non aveva condiviso il miele con gli amici e da quel pozzo vede questa figura mitologica, che incontra dopo aver scavato a lungo. Shahmaran si innamora di lui e gli fornisce informazioni sulla scienza medica che nessun essere umano aveva mai avuto. Dopo un po’ di tempo, però, Cemşab vuole tornare a casa e Shahmaran gli chiede di non andare. Il sovrano del tempo, però, si ammala e l’unica cura per la sua malattia è nel corpo di Shahamaran. Nonostante Cemşab sia determinato a non rivelare la posizione di Shahmaran, il visir che vuole guarire il re lo chiama e lo osserva, scoprendo che il suo corpo è coperto di scaglie. Sapendo che il corpo della persona che vede il basilisco è ricoperto di scaglie, il visir lo costringe a parlare e rivelare la posizione di Shahmaran, riuscendo a catturarlo. Prima di morire Shahmaran ha voluto incontrare Cemşab e gli ha detto di far bollire la sua carne, far bere la sua acqua al visir e darla in pasto al sovrano. Cemşab fa esattamente quello che gli ha detto, ma il visir muore sul colpo, mentre il sovrano guarisce dalla malattia. Secondo la leggenda i serpenti non sanno ancora che Shahmaran è morta ma se dovessero scoprirlo si vendicherebbero. Da questa leggenda si ispira la nuova serie tv turca disponibile su Netflix, che parla di una comunità che discende proprio da questa creatura mitologica.