Selvaggia Lucarelli: i retroscena sulla sua pandemia

Nel suo recente articolo per TPI Selvaggia Lucarelli ha raccontato la sua personale visione della pandemia, vissuta tra paura, incertezze, lacrime ma anche qualche bella notizia. Ecco cosa ha scritto la famosa giornalista. 

Selvaggia-Lucarelli-1

Ha svelato di aver pianto come una bambina mentre scriveva il suo articolo, Selvaggia Lucarelli, che in un lungo racconto su TPI ha cercato di condividere con i lettori le sue impressioni e le sue emozioni relative a questo anno così particolare che tutti abbiamo vissuto.

“Ho messo molto amore in questo articolo. Spero ne arrivi un po’ a chi ha sofferto e anche a chi ha avuto comunque i suoi momenti di bellezza, in questo anno crudele“.

ha detto, mostrando l’articolo sui suoi social. Sul portale da oggi potete leggere anche voi le sue toccanti parole.


Leggi anche: Selvaggia Lucarelli insultata da Antonella Mosetti, scatta la denuncia


Selvaggia Lucarelli racconta la (sua) pandemia

Schermata 2021-02-10 alle 11.31.41

Un’illustrazione di Emanuele Fucecchi in cui un uomo cammina con un ombrello in una città deserta, mentre dal cielo “piove” il temuto virus, fa da didascalia alla lunga riflessione che Selvaggia Lucarelli ha deciso di condividere con i suoi lettori.

La donna è partita da un anno fa, quando la pandemia che ancora stiamo vivendo era appena scoppiata. “Dov’ero, io, quando ho capito?” si è chiesta anche lei, un po’ come tutti, interrogandosi su quale sia stato il momento preciso in cui si è resa conto di quanto la situazione fosse critica.

Nell’articolo la Lucarelli ha raccontato della paura, del dolore, dell’incertezza dell’inizio, in cui anche i numeri di emergenza non funzionavano.

Di come i messaggi che riceveva avevano cominciato ad essere pieni di racconti e di testimonianze di gente che in prima persona aveva avuto a che far con il Coronavirus, di come la malattia aveva cominciato ad uccidere.

Selvaggia ha raccontato anche l’impatto che la situazione ha avuto nella sua famiglia: dal fidanzato che la vedeva spesso piangere, in preda allo sconforto, al figlio che ha dovuto “salutare” il suo primo amore dopo pochi giorni dall’inizio della sua storia.


Potrebbe interessarti: Uomini e Donne: Selvaggia Lucarelli attacca Maria De Filippi


Oggi, però, finalmente “c’è voglia di futuro, anche se nulla è ancora finito”, ha scritto come conclusione dello straziante racconto di come, in un anno, la vita di ognuno di noi è cambiata drasticamente.

“Perché tra i morti e i vivi, c’è tutto quello che di bello è sopravvissuto”.

E forse è proprio a quello che dobbiamo guardare!

Related Posts

Leave a Reply