«Sei pezzi facili», l’omaggio di Sorrentino al teatro di Mattia Torre- Corriere.it

«sei-pezzi-facili»,-l’omaggio-di-sorrentino-al-teatro-di-mattia-torre-corriere.it

di

Nella prima pice, Migliore, un straordinariamente intenso Valerio Mastandrea interpreta un uomo normale. Che, in seguito a un incidente, entra in crisi e diventa cattivo

Non ho mai visto Valerio Mastandrea recitare con tanta bravura, partecipazione, intensit. Interpretava il personaggio di Alfredo Beaumont, un uomo normale che, in seguito a un incidente, entra in una crisi profonda e diventa un uomo cattivo. Improvvisamente, la societ gli apre tutte le porte: Alfredo cresce professionalmente, le donne lo desiderano, guarisce dai suoi mali e dalle sue paure. La pice si chiama

Migliore

e fa parte di

Sei pezzi facili
, alcuni monologhi di Mattia Torre (1972 – 2019) messi in scena per Rai Cultura sotto la direzione artistica e la regia di Paolo Sorrentino (Rai3). Promotrice dell’idea stata

Francesca Rocca, la moglie di Torre
: il regalo pi bello che si potesse fare a Mattia per i suoi 50 anni, che avrebbe compiuto quest’anno

. I Sei pezzi facili sono interpretati dallo stesso gruppo di attori che per anni ha portato in scena i testi di Torre: Mastandrea, Valerio Aprea, Paolo Calabresi, Geppi Cucciari, Massimo De Lorenzo, Cristina Pellegrino, Carlo De Ruggieri, Giordano Agrusta.

Il testo di Migliore serve a capire la bravura di Torre nel penetrare le

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi