Samsung: uno dei prossimi top di gamma avrà una GPU AMD

samsung:-uno-dei-prossimi-top-di-gamma-avra-una-gpu-amd

Nel corso della giornata di oggi Samsung ha alzato il velo sul nuovo Exynos 2100, il SoC top di gamma che troveremo sui prossimi smartphone della famiglia Galaxy S21, la cui presentazione è attesa per il prossimo 14 gennaio. Al termine dell’evento dedicato al nuovo chip, Inyup Kang – presidente di Samsung System LSI – ha svelato anche qualche anticipazione per il futuro prossimo, confermando che Samsung e AMD stanno lavorando assieme per realizzare una GPU di nuova generazione che verrà inclusa in uno dei prossimi smartphone top di gamma dell’azienda sudcoreana.

La collaborazione tra le due società non è certo nuova, tuttavia è la prima volta che abbiamo qualche riferimento concreto riguardo al lancio più o meno imminente di questa tanto attesa soluzione. Sebbene non ci siano dettagli riguardo quale sarà la prima categoria di prodotto ad utilizzare tale chip, è chiaro che il debutto non avverrà in occasione del rilascio della serie S21, tuttavia è possibile che ciò avvenga già durante l’anno, magari in occasione della presentazione dei top di gamma autunnali di Samsung.

Sappiamo bene che la serie Galaxy Note è avvolta dall’incertezza più totale – con report contrastanti che ne segnalano la sparizione già nel 2021, contrapposti ad altri che sembrano confermare un ultimo giro -, mentre è praticamente scontato che la seconda parte del 2021 sarà caratterizzata dal lancio di Galaxy Z Fold 3, il primo pieghevole che dovrebbe far uso della S Pen. Questo terminale potrebbe anche essere quello scelto da Samsung per presentare la sua revisione di Exynos 2100 basata su una GPU AMD, andando quindi a rendere il prossimo pieghevole un prodotto di nuovissima generazione anche sotto questo aspetto.

D’altronde il form factor tipico dei Fold si presta bene ad utilizzi più spinti che potrebbero trarre vantaggio dalla potenza grafica aggiuntiva di questa GPU (dal gaming al multitasking avanzato di applicazioni dedicate alla produttività) e la maggior superficie a disposizione permette anche una migliore dissipazione termica; Z Fold 3 ha davvero tutte le carte in regola per essere il primo dispositivo su cui testare una simile soluzione.