re-carlo-“tradisce”-la-regina-e-filippo.-la-scelta-drastica-sulla-monarchia

Revisioni radicali, scelte drastiche, piani su cui non tutti i Reali sono d’accordo: i primi mesi di Re Carlo a Corte gli sono costati un prezzo troppo alto. Non è facile essere un Monarca, e pesante è la testa che regge la Corona, ma l’Eterno Principe, ora Re, sta considerando solo il favore del popolo, e molto poco quello della sua Famiglia, che ovviamente deve sostenerlo, nonostante le sue decisioni. L’ultima riguarda il fratello Edoardo, che aveva “promosso”, e un tradimento verso quanto stabilito dalla Regina Elisabetta e dal Principe Filippo.

Re Carlo rovina il piano della Regina Elisabetta e del Principe Filippo

Se n’è discusso ampiamente dei piani di Re Carlo: snellire la Monarchia al primo posto nella sua personale scaletta delle cose da fare una volta salito al potere. Secondo una fonte da Palazzo, il Principe Edoardo non verrà nominato Duca di Edimburgo, così come disposto dalla Regina Elisabetta e dal Principe Filippo. Il titolo di Duca di Edimburgo, dopo la morte di Filippo, è passato proprio al primogenito.

La Regina e Filippo avevano in realtà fatto una promessa al figlio Edoardo: un giorno avrebbe ereditato il titolo, “a tempo debito“. Ma Carlo, che ha sempre sostenuto una Monarchia più moderna e snella, non è favorevole al piano. “Non avrebbe senso rendere il Conte il Duca di Edimburgo”, ha riferito una fonte del Palazzo al Daily Mail. Il piano, tuttavia, è stato reso pubblico tramite una dichiarazione all’epoca, ed esattamente nel 1999, quando Edoardo si è sposato con Sophie.

I tagli alla Monarchia di Re Carlo

Gli addetti ai lavori a conoscenza dei piani di Re Carlo hanno condiviso alcune informazioni su cosa avverrà nelle prossime settimane. Ancora tagli, a dire il vero, come riporta il Mirror. Una fonte ha riferito che molti lavoratori in realtà sono “estremamente preoccupati per il loro futuro“. Un quadro, questo, che non è certo favorevole nei confronti del nuovo Monarca.

Molti temono di essere licenziati prima del nuovo anno a causa del terribile clima a Palazzo”. Dopo aver licenziato 100 dipendenti che lavoravano da tempo a Clarence House – la sua ex residenza ufficiale – ora è arrivato il turno di Windsor. Il Re è arrivato a “terrorizzare” il personale, ha rivelato l’insider del Castello alle pagine del Mirror. Una confessione che mostra l’altro lato del Re: vuole il favore del popolo a tutti i costi.

Il Castello di Windsor dopo la Regina Elisabetta: il terrore, le paure e il silenzio

Dopo la morte della Regina Elisabetta, avvenuta pacificamente a Balmoral l’8 settembre, il Re e la Regina Consorte non sono rimasti a Windsor. Il personale afferma che il Castello è “stranamente silenzioso”. Le paure e il terrore dei dipendenti, il forte volere di Carlo di non tornare a Windsor. E sembra proprio che non vogliano farlo nemmeno Kate Middleton e William, che si erano trasferiti in un cottage nella tenuta per essere più vicini alla Regina.

Così, nel silenzio, sta lentamente finendo una delle residenze che ha visto il Regno di Elisabetta. Dopo le scelte di Carlo, a favore della Monarchia e non della Famiglia Reale, è giunto il momento di chiedersi chi proteggerà davvero i Royal, ed è sempre più chiaro che a farlo, nonostante le delusioni e gli scandali, era proprio Elisabetta.