re-carlo-infrange-la-tradizione:-il-gesto-verso-la-sua-famiglia-che-non-piace-agli-inglesi

Re Carlo ha tenuto il suo primo discorso di Natale ai sudditi da un luogo molto caro per la Famiglia Reale, ma l’assenza di un particolare, nel set allestito per girare il filmato, ha colpito e deluso gli inglesi, che aspettavano tante risposte ai loro quesiti in questa occasione così importante. Per il resto è filato tutto liscio, e il nuovo Sovrano si è concentrato sul ricordo dell’adorata Regina Elisabetta II, in un messaggio nel quale ha traghettato il vecchio nel moderno.

Il primo discorso di Natale di Re Carlo

Lo aveva atteso per decenni, e questo momento è finalmente giunto: Re Carlo ha tenuto sabato, 24 dicembre, il suo primo discorso alla nazione, in occasione del Natale. Un momento di riflessione, sull’anno appena trascorso, come di consuetudine, specie per un paese in così grande difficoltà economica, ma anche la prima vetrina per lui per “presentarsi” nella nuova veste di Sovrano.

Buona parte del discorso, registrato nei giorni precedenti e non in diretta, è stato incentrato sul ricordo della Regina Elisabetta II, scomparsa lo scorso 8 settembre a 96 anni. Per ben settant’anni è stata lei a parlare ai suoi sudditi in un giorno così speciale, negli anni più brillanti e quelli più bui e difficili del suo regno, sempre con onestà e fermezza.

Per Carlo non è stato un compito facile riprendere da dove lei aveva lasciato, e dar vita a qualcosa di nuovo, partendo dal luogo in cui è stato girato il video. Non il suo studio a Buckingham Palace, bensì la cappella di St. George, nella tenuta di Windsor.

Non un luogo a caso: è proprio qui che riposano i suoi genitori, l’una accanto all’altro, la Regina Elisabetta e il Principe Filippo, ma anche i nonni, il Re Giorgio VI e la Regina madre e sua zia, la Principessa Margaret. Abito blu, sguardo fiero, pacatezza nel parlare e ancora un dettaglio innovativo: un albero di Natale sostenibile sullo sfondo, simbolo della modernità della quale Carlo si fa portavoce.

Travolto dalle critiche per tante (troppe) motivazioni in questi pochi mesi sul trono, il Re ha saputo fare il punto della situazione convincendo proprio tutti o quasi, ad eccezione di un particolare che proprio non è piaciuto ai britannici.

Re Carlo rompe la tradizione del discorso di Natale

La Regina Elisabetta, nel corso dei suoi settant’anni di regno, era solita esporre foto simbolo della sua famiglia sullo sfondo, o sulla sua scrivania, durante il discorso di Natale: negli ultimi anni abbiamo visto sempre più spesso i suoi nipoti, o una parte di essi, e questo dava un senso di unità, di famiglia, rassicurante per la nazione.

Quello che, dunque, gli inglesi non perdonano a Carlo e di non aver fatto lo stesso: nessuna foto di famiglia, dei suoi figli o dei suoi nipoti, il Re è apparso più austero di sua madre, e ha solo fatto scorrere delle clip dei momenti salienti dell’anno trascorso.

Le motivazioni potrebbero essere innumerevoli, e da Palazzo non è stato fatto nessun accenno a questo: ma è inevitabile pensare che il nuovo Sovrano abbia voluto togliersi d’impaccio dalla questione del Principe Harry e Meghan Markle (mai citati nel discorso), non mettendo foto di nessuno dei suoi figli al suo fianco, non accendendo nessun gossip sui tabloid. Sarà così?