questo-ristoratore-regala-ogni-sera-il-cibo-avanzato-a-chi-ne-ha-bisogno

Questo ristoratore regala ogni sera il cibo avanzato a chi ne ha bisogno

Si chiama Francesco Fabiano ed è il titolare della pizzeria French di Cecina. Ogni sera lascia alcuni pacchetti all’esterno del locale con quanto avanzato dalla serata, il cibo è a disposizione di chi ne ha più bisogno.

Gli sprechi alimentari oggi più che mai sono inaccettabili, l’hanno capito in tanti e anche ristoranti e locali si stanno adeguando per fare in modo di gettare cibo il meno possibile (meglio nulla).

L’idea di Fabiano non è nuova, anche se ancora non diffusissima: impacchettare gli avanzi ogni sera per donarli alle persone che non possono acquistare cibo a sufficienza, ottenendo così il doppio vantaggio di non sprecare e aiutare chi ha bisogno.

Inizialmente le persone dovevano andare a ritirare il cibo avanzato direttamente nella pizzeria ma, come ha dichiarato il ristoratore a Il Tirreno, questo creava qualche disagio:

“Ho notato che ogni giorno, a fine servizio, avanza sempre qualcosa ed è davvero un peccato gettare via tutto questo cibo, visto che c’è tanta gente che non riesce a sfamarsi. Qualche tempo fa raccoglievo gli avanzi e li regalavo a chi li veniva a prendere direttamente all’interno della pizzeria. Però questo metodo non funzionava molto bene. Ho infatti notato che le persone si vergognavano a mostrare il loro stato di necessità”.

Foto © Il Tirreno

Da quel momento ha deciso di lasciare i pacchettini a fine serata sui tavolini esterni del locale, in modo che le persone potessero ritirarli in maniera anonima. A seconda di quanti avanzi restano, ogni sera i pacchettini sono in numero diverso (uno o più), all’interno ci sono pizze, schiacciate e pane.

In questo modo il generoso gesto del ristoratore di Cecina sta dando i suoi frutti, la voce si è sparsa (Fabiano ha avvisato anche la parrocchia locale) e ogni sera gli avanzi “spariscono” per la gioia di chi può finalmente mangiare un pasto caldo gratuitamente.

Fonte: Il Tirreno

Leggi anche:

Related Posts

Leave a Reply