pino-daniele,-la-dolorosa-confessione:-“non-abbiamo-avuto-il-tempo”

Pino Daniele, la dolorosa confessione: “Non abbiamo avuto il tempo”. Sono passati quasi otto anni dalla sua morte improvvisa

Il prossimo 4 gennaio saranno passati 8 anni anche se sembra successo da poco. Otto anni senza Pino Daniele, che manca al mondo ma soprattutto alla famiglia. Una prima moglie, Dorina Giangrande, e dal loro matrimonio nacquero due figli, Alessandro e Cristina. Poi una seconda, Fabiola Sciabbarrasi, che è mamma di Sara, Sofia e Francesco.

Pino Daniele
Pino Daniele, la dolorosa confessione (Inews24.it)

Quando il cantautore napoletano ha avuto il malore fatale non stavano più insieme da qualche tempo. Lui frequentava Amanda Bonini e questa è una ferita che per Fabiola resterà sempre aperta. Lo ha confessato a Storie Italiane, perché non è vero che il passare del tempo aggiusta le cose e sistema quello che era rimasto in sospeso.

E lei invece è molto diverso, non è passata mai: “Quello che mi rimprovero, è che non abbiamo avuto il tempo di dirci delle cose. Preferisco ricordare cosa abbiamo condiviso piuttosto che quello che abbiamo perduto”.

Avrebbe voluto avere più tempo per scuse reciproche, per chiarire i malintesi e quello che era rimasto in sospeso tra loro. Anche per dirsi ti amo, che si mancavano. Alla fine ha pensato qualcun altro, il destino a spezzare quel filo. Ripensandoci oggi però, nessuna tristezza, “perché lui era linfa di vita”.

Pino Daniele, la dolorosa confessione: il primo pensiero sono stati i figli

La mente torna a quel 4 gennaio e alla telefonata che ha cambiato la sua vita. L’ha chiamata Sofia, che all’epoca aveva solo 14 anni, per dirle che il papà stava male. Lei non era lì con loro e ha cominciato a comportarsi in modo delirante.

In realtà il primo pensiero era tornare a casa prima che arrivasse la notizia della sua scomparsa, per stare vicina ai figli. “Ero a Siena quella notte, ho fatto Siena-Roma alla velocità del suono e quando sono arrivata, il fatto che fossi tornata appena partita, ma anche la mia faccia, tradivano quello che io non avrei voluto dire. Proprio in quell’istante ho capito quanto era importate il tempo”.

Avrebbero potuto in qualche modo rimediare alla situazione, perché da 12 mesi erano separati e fino ad allora non avevano provato a riconciliarsi. C’era sicuramente della rabbia, ma era maggiore il dolore. “Con il tempo ho capito che era rabbia per il dolore che ci siamo fatti. Ovvio che anche le modalità di soccorso sarebbero state diverse ma recriminare non ha più senso”.

Fabiola Sciabbarrasi
Fabiola Sciabbarrasi (Inews24.it)

I primi tempi sono stati molto duri con tre figli ancora relativamente piccoli, in particolare Francesco che aveva 9 anni ed è quello che è stato meno vicino ad un padre così famoso. Ecco perché prova a recuperare, con immagini del passato, ascoltando gli album di Pino.