piazzapulita,-la-confessione-di-aboubakar-soumahoro-a-corrado-formigli:-“ne-ero-a-conoscenza”

Il deputato Aboubakar Soumahoro è tra gli ospiti della puntata di questa sera di PiazzaPulita, programma in onda su La7 condotto da Corrado Formigli

Negli ultimi giorni, il nome del deputato Aboubakar Soumahoro, politico italiano di origini ivoriane eletto tra le fila del gruppo parlamentare Alleanza Verdi Sinistra, è apparso su tutte le testate giornalistiche per il caso che ha coinvolto la compagna Liliane Murekatete e la suocera Marie Terese Mukamitsindo, per essere coinvolte nel caso delle cooperative Karibu e Consorzio Aid. Quest’ultima è a capo della cooperativa Karibu, e la figlia appare come Consigliera. Queste due cooperative sono attualmente sotto inchiesta, in seguito alle segnalazioni della Uiltucs alla Procura di Latina su presunte irregolarità. Dopo aver annunciato l’autosospensione dal gruppo parlamentare Avs, resa nota da tre suoi colleghi, e cioè il co-portavoce di Europa Verde Angelo Bonelli, il segretario di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni e la Presidentessa del Gruppo parlamentare Luana Zanella, oggi Soumahoro è stato ospite di Corrado Formigli.

Il deputato ha raccontato tutta la sua verità al conduttore di PiazzaPulita. Prima di tutto, Soumahoro ha spiegato perché ha deciso di autosopendersi dal gruppo: “Mi sono autosospeso perché credo fermamente nei valori dell’integrità della dignità umana. Ma soprattutto mi sono autosospeso per il rispetto e la tutela della storia che mi porta qui. Non è solo la mia di storia, ma è la storia di migliaia di persone“. Successivamente, Formigli ha parlato del video che Soumahoro ha pubblicato qualche giorno fa sui social, in cui si è rivolto a chi lo ha accusato: “Lei fa un riferimento, ha scritto un’autobiografia, in cui dice che un pugile non deve mai essere messo in un angolo” ha detto Formigli “ma lei sembra davvero messo in un angolo ora“. “Vero” ha risposto Soumahoro “mi sento nell’angolo, e da quell’angolo ho fatto il video. Voglio chiedere scusa, se posso, a tutte le persone che mi conoscono per quelle lacrime. […] Quelle lacrime erano l’espressione della debolezza intima umana, ma sono con voi nella massima consapevolezza della razionalità per dire che sono pronto a dire tutta la verità“.

L’intervista di Corrado Formigli di Piazzapulita ad Aboubakar Soumahoro

Lei nel video parla di altri, dice “voi che non” ma a chi si riferisce?” ha chiesto Formigli. “Erano giorni che non dormivo e quando mi sono trovato in quella situazione non capivo cosa stava succedendo. Sentivo pugni ma non capivo da chi arrivassero. Non rifarei il video, è stata debolezza” ha aggiunto. A questo punto, Formigli gli ha chiesto delle cooperative: “Nessuno sapeva che la sua famiglia gestisse cooperative di accoglienza dei migranti, che è una cosa che colpisce perché lei è una persona che si batte per il diritto dei migranti. Non le sembrava un’informazione da dare alle persone prima di candidarsi?“. “Vero, la mia famiglia gestisce un centro di accoglienza ma questa gestione è data da una ventina d’anni e la mia compagna l’ho conosciuta quando la loro attività già esisteva” ha risposto Soumahoro.

“Chiedo scusa per quel video a tutte le persone che mi conoscono”

Aboubakar Soumahoro: https://t.co/R9s5ZsX7P8 #piazzapulita @aboubakar_soum

— Piazzapulita – La7 (@PiazzapulitaLA7) November 24, 2022

Dopo aver mostrato un servizio di Sara Giudice che ha ripercorso l’intera situazione, Formigli gli ha chiesto dove fosse quando venivano denunciate le prime irregolarità nei pagamenti degli stipendi. “Innanzitutto, dove ero prima ancora di conoscere la mia attuale compagna, ero sempre colui che era nei luoghi laddove bisogna combattere. E una volta che l’ho conosciuta, che era già all’interno della cooperativa, mi risultava che la cooperativa fosse virtuosa. Un giorno vedo all’interno del Corriere della Sera una pagina intera dove c’erano 70 personalità come espressione della buona impresa, vedo anche la foto della madre“.

“Ne ero a conoscenza”

A questo punto, Soumahoro ha fatto una confessione. “Poi vengo a sapere che c’erano degli stipendi non pagati dalla mia compagna. E ho chiesto perché […] E la risposta che ho ricevuto è che vi erano dei ritardi dei pagamenti da parte della Pubblica Amministrazione che dà l’appalto”. “Per lei è stata una risposta sufficiente?” ha chiesto Formigli. “Io guardando queste immagini ho commesso una leggerezza. Avrei dovuto fare meno viaggi, avrei dovuto non solo stare accanto a questi lavoratori” ha ammesso il deputato.

#piazzapulita Aboubakar #Soumahoro: “Ho commesso una leggerezza, avrei dovuto fare meno viaggi e stare accanto a quei lavoratori. Bene hanno fatto a rivendicare il loro sacrosanto diritto. E chi ha sbagliato, ne dovrà rispondere” https://t.co/0CBVi3Ob1o

— La7 (@La7tv) November 24, 2022

Ci sono due questioni: la prima è che alcune persone del Centro l’hanno vista entrare nel centro: non ha visto le brutte condizoni del centro?” ha chiesto Formigli. “Posso dirle che in uno dei centri ci sono stato le condizioni che ho visto non corrispondeva a queste immagini. Per questo ho detto la leggerezza che ho commesso non avrei dovuto solo limitarmi a queste visite ma verificare per bene. Aggiungo che alla luce delle testimonianze sentite, sto qui a dire che bene hanno fatto lavoratrici e lavoratori a rivendicare il loro sacrosanto diritto”. “Chi ha sbagliato” ha continuato “dovrà rispondere“.

LEGGI ANCHE>>>Aboubakar Soumahoro a processo! Sul deputato eletto con il PD pioggia d’accuse. Ecco perché