piante-autunnali:-ecco-la-lista-completa-delle-varieta-con-e-senza-fiori

Quando si pensa all’autunno, si immaginano alberi spogli con tutte le foglie gialle cadute ai loro piedi. Ma, in realtà, ci sono alcune specie vegetali per le quali questo periodo è il momento per cominciare a fiorire.

Le piante autunnali sono quindi quelle che ci permettono di abbellire e rallegrare giardini, balconi e interni di casa, nonostante i primi freddi, i grigiori e le prime piogge.

Ecco la lista delle piante autunnali

Quali sono le caratteristiche delle piante autunnali

Sono piante forti, che riescono a sopportare i primi freddi e i bruschi cambiamenti climatici che sono tipici dei mesi di ottobre e di novembre e dicembre.

Ovviamente, ogni pianta ha le proprie necessità. Prima di acquistarne una è bene quindi conoscere le sue specifiche esigenze in modo che cresca in salute e rigogliosa. Quelle a scopo ornamentale devono poter resistere ai primi sbalzi di temperatura tra il giorno e la notte. E devono altresì riuscire a sopportare le prime piogge.

Per quanto invece riguarda i fiori autunnali, è importante che il fiore riesca a sopravvivere anche quando l’apporto di luce solare risulta inferiore rispetto ai canoni estivi, dal momento che dopo l’equinozio d’autunno, le ore di luce cominciano a diminuire man mano che passano i giorni.

Come curare le piante autunnali

Trattandosi di piante forti, in grado di sopportare le intemperie e i primi cambi di stagione, non necessitano di grandi cure. Ci sono però alcuni accorgimenti basilari da tenere ben presenti.

  • Concimazione: ridurre l’apporto di concime in quanto, in autunno, il ciclo vegetativo delle piante rallenta per prepararsi al riposo invernale
  • Annaffiatura: limitare l’apporto idrico e, tra un’irrigazione e l’altra, attendere la completa asciugatura del terreno. In caso di abbondante acqua, le foglie cominciano ad ingiallire

Quali sono le piante autunnali perenni

La peculiarità delle piante perenni sta nel fatto che fioriscono a lungo, anche se non per tutta la durata di una intera stagione. Vediamo insieme alcune piante autunnali che fioriscono proprio durante i mesi autunnali.

  • Achillea: cresce bene nei terreni leggeri e ben drenati. Riesce a sopportare anche i periodi di siccità. Regala meravigliosi fiori rosa, gialli, rossi e bianchi
  • Aster: in estate e in autunno sbocciano splendidi fiori di vario colore: rosa, rosso, bianco, viole e blu. Si tratta di una pianta facili da coltivare e da curare in un terreno buono e ben drenato. Durante la piena fioritura, gli esemplari più alti tendono a piegarsi; per questo, a inizio stagione, va picchettata oppure, a inizio estate, è necessario tagliare i gambi di un terzo circa così da renderli maggiormente compatti
  • Enula campana: da coltivare in un terreno medio, in autunno e in estate regala incantevoli fiori di colore giallo, rosso e oro, che fioriscono meglio se gli si dà poco concime. Per le varietà più alte, procedere con il picchettamento
  • Hemerocallis: fiorisce tutto l’anno ad eccezione del pieno inverno, con fiori di vario colore: giallo, bianco, oro, rosa, rosso, viola e oro. Per assicurarsi un a buona e abbondante fioritura, farla crescere in un terreno ben drenato e irrigarla regolarmente
Fiori autunnali
Hemerocallis ‘Little Blue Gem’
  • Alchechengi. In realtà si chiama Physalis. Simile alle lanterne cinesi per via delle meravigliose capsule pendenti rosse che contengono i semi, è una perenne che ha il suo periodo di maggior splendore proprio in autunno.
  • Rudbeckia: in estate e in autunno sbocciano vivaci fiori gialli. Si tratta di una pianta facile da coltivare, che richiede soltanto un buon terreno e irrigazioni regolari

Quali sono le piante autunnali da balcone

Ci sono molte piante, fiorite o non, che in autunno possono stare tranquillamente sul balcone e in terrazzo. Scopriamole insieme.

  • Anemone japonica: specie erbacea perenne che fiorisce tra la fine di agosto e il principio di settembre/ottobre. Non richiede molta luce anzi, preferisce le zone ombreggiate. Va piantata in un terreno soffice e ben drenato. Può succedere che non faccia fiori il primo anno
  • Erica: pianta perenne, sempreverde e resistente al freddo. Cresce lentamente e può raggiungere il metro di altezza. Ha fusti ricoperti di piccole foglioline verdi aghiformi. Dal mese di settembre, sull’apice dei rami, cominciano a sbocciare minuti fiorellini a forma di calice di colore rosa o viola. La varietà Gracilis Alba produce invece fiori bianchi. L’ideale è sistemarle questa pianta in un luogo a mezz’ombra, che riceva il sole durante le ore meno calde della giornata. Ideale un terreno torboso, acido e ben drenato
  • Narciso autunnale: in autunno vanno messi a dimora i bulbi senza esagerare con le somministrazioni di acqua. In caso di un autunno parecchio piovoso, tenere i bulbi al coperto e mantenere il terreno sempre ben drenato
  • Crocus: i fiori della pianta dello zafferano sbocciano tra fine ottobre e inizio novembre. Si tratta di una pianta molto poco esigente. Resiste molto bene al freddo
piante autunnali
Il Croco sboccia in pieno inverno
  • Camelia: in genere, fiorisce nei mesi più freddi, ma ci sono anche alcune varietà che fioriscono in primavera. La camelia va sistemata in una zona semiombreggiata e, per la sua coltura, bisogna utilizzare un terreno ben drenato, meglio se miscelato con dell’argilla, e con un pH neutro o comunque poco acido
  • Verbena: pianta erbacea perenne con portamento a cespuglio, i cui fusti possono crescere fino a 80 centimetri. Ha foglie di forma ovoidale e con bordi dentati. Da giugno a settembre produce fiori molto simili alle primule, rosa, rossi, bianchi e viola
  • Crisantemo: una delle piante invernali più colorate e durature. Facile da coltivare, ne esistono tantissime varianti che producono fiori di vari colori: bianco, rosa, lilla, giallo, viola, arancione…
  • Ciclamino: semplicissimo da coltivare, si tratta della pianta più diffusa durante i mesi freddi. Il suo habitat ideale è quello con temperature al di sotto dei 15 gradi. Il terreno va mantenuto sempre umido ma occorre aver cura di vuotare sempre il sottovaso per non favorire la proliferazione di muffa

Quali sono le piante autunnali da esterno

In questa categoria rientrano anche le piante precedenti. Ecco altri esempi.

  • Abelia: pianta robusta e adattabile, ve ne sono molte cultivar dalla fioritura ricca ed abbondante, profumata e molto prolungata (di solito, da metà estate fino all’ autunno inoltrato). Anche il fogliame è comunque altamente scenografico, grazie alle sue sfumature che vanno dal verde scuro al variegato, al bronzeo
  • Senecio: soprannominata la ‘pianta argento’, per la linea slanciata e i colori, ha fiori meravigliosi. Al sopraggiungere dei primi freddi necessita di cure specifiche perché teme il gelo
  • Hamamelis virginiana: arbusto di medie dimensioni con foglie arrotondate che, all’inizio della stagione fredda, diventano di un bel giallo vivido e intenso. Sulla pianta spoglia comprare poi una ricca moltitudine di profumatissimi fiorellini gialli che resistono benissimo al gelo
  • Skimmia: arbusto a crescita lenta che produce bellissime foglie verdi e lucide. I fiori sono piccoli, di colore bianco o rosa in base alle diverse varietà. Ad ogni modo, resistono benissimo alle intemperie
  • Carex: pianta di piccole dimensioni che, per tutta la durata dell’inverno, produce una magnifica vegetazione nei toni del bronzo. Si presta quindi per accompagnare moltissime altre piante in modo da creare combinazioni cromatiche molto affascinanti
piante autunnali
Carex
  • Evonimo: forte e resistente al freddo, i suoi fiori possono essere bianchi, rossi, gialli o arancioni. Mentre le sue foglie assumono magnifiche sfumature rossastre
  • Aster novae angliae  ed i novi belgi: piante che, a fine settembre, regalano un’abbondante fioritura rosa e viola, con bottoni centrali grandi e di colore giallo oro. Si coltiva su un fondo di ghiaia, meglio se in luoghi a mezz’ombra
  • Edera decorativa: pianta forte che non richiede particolari cure. È bene ricordarsi che si tratta di una pianta invasiva. Per questo, è bene non avvicinarla troppo ad altre specie vegetali e alla loro terra
  • Viburno: soprannominata “albero delle bacche autunnali”, questa pianta, a fine autunno, produce dei fiori a tubo gradevolmente profumati. La variante rhytidophyllum regala anche bacche rosse ornamentali
  • Ceratostigma Willmottianum: coprisuolo perfetto nei giardini rocciosi. A partire da settembre, inizia la copiosa fioritura nei toni che vanno dall’azzurro al blu. Molto gradevole il contrasto che si crea con le foglie, disposte lungo i margini, che si colorano di rosso e di porpora
  • Hydrangea quercifolia: varietà di ortensia poco nota ma apprezzata per la bellezza dei suoi fiori che possono restare sulla pianta tutto inverno. Se si trova la giusta collocazione, in autunno regala uno splendido spettacolo, con le foglie che assumono incredibili sfumature che spaziano dal rosso acceso al porpora al giallo
  • Calicantus: arbusto di medie dimensioni di cui esistono diverse varietà. Molte di queste, verso il tardo autunno, producono splendidi fiori con petali che hanno un colore acceso che va dal giallo zolfo all’arancione. E sono oltremodo profumati
piante autunnali
Calicantus
  • Ceanothus: arbusti sempreverdi che regalano una ricchissima fioritura azzurra e blu, a volte anche rosa e bianca
  • Miscantus sinensis: graminacea a scopo decorativo che cresce rapidamente e non necessita di grandi cure. In autunno, dai lunghi cespi di foglie arcuate di colore verde-blu, si alzano numerosissime fiori a stelo lungo, simili a spighe bianche e color porpora. Varietà perfetta per dar forma a siepi o bordure miste
  • Caryopteris: piccolo arbusto ideale per impreziosire le bordure. Dalla fine dell’estate, fiorisce di continuo, regalando magnifici fiori che vanno dall’azzurro al blu intenso

Quali sono le piante autunnali da interno

Oltre a tutte le numerose varietà di piante grasse in genere, andiamo ora a conoscere quali sono le piante che resistono al freddo ma che, nonostante ciò, è bene proteggere all’interno.

  • Kalanchoe: regala deliziosi fiorellini in tanti colori: bianco, rosa, rosso e arancione
  • Pothos: pianta a portamento ricadente, perfetta da sistemare su una mensola o da appendere al soffitto. Cresce molto velocemente e non necessita di grandi cure né attenzioni particolari. Alcune varietà presentano preziose sfumature argentee sulle foglie
  • Sanseveria: sempreverde da sistemare negli spazi più bui di casa. Per via delle sue lunghe foglie striate, viene anche chiamata “Lingua di suocera”. Questa piante è rinomata per la sua capacità di purificare l’aria dalle tossine. Utilissima quindi durante i mesi autunnali quando si aprono poco le finestre
  • Anthurium: coloratissima pianta tropicale molto resistente che non ha bisogno di cure particolari. Risente del freddo e dei bruschi sbalzi di temperatura. Nonostante ciò, non va comunque sistemata in luoghi troppo secchi e riscaldati. Da ottobre fino ad aprile, la temperatura perfetta è di 13 gradi circa. Bisogna aver cura di vaporizzare le foglie di sovente
  • Cactus di Natale (Ephiphyllum): ha foglie molto grandi e meravigliosi fiori bianchi o rosa. Semplice da curare, necessita di un buon terriccio per piante d’appartamento e poca acqua
  • Dracena: pianta che depura l’aria degli interni mantenendola salubre e pulita. Vuole molta luce. Per il resto, non ha altre particolari esigenze. L’ideale è sistemarla nei pressi di una finestra schermata e lontana da fonti di calore. Di solito ha foglie verdi. Alcune varietà, però, presentano foglie colorate lungo i margini e con sfumature rosa, rosse e porpora scuro
  • Begonia Tamaya: anche nota come “begonia corallina”, è una pianta decorativa proveniente dal Brasile che produce fiori rosa o rossi. Estremamente resistente, non richiede grandi cure. Va tenuta in vaso in una zona luminosa e con una temperatura che non scenda al di sotto dei 10 gradi
  • Amarillide: si coltiva partendo da un enorme bulbo. I suoi abbondanti fiori possono essere bianchi, rosa o rossi. Spesso utilizzata come regalo di Natale
piante autunnali
Amarillide
  • Bouvardia longiflora: pianta caratterizzata da arbusti sempreverdi e minuscoli fiori bianchi e profumati che cominciano a comparire in estate e perdurano fino alla fine dell’autunno. Va sistemata in un luogo parecchio luminoso; in estate, però, è meglio spostarla in una zona riparata dal sole ma comunque sempre ben illuminata
  • Yucca: pianta d’appartamento dal fusto legnoso e la chioma selvaggia, caratterizzata da lunghe foglie verdi e appuntite. Fiorisce in autunno quando, sull’apice, appaiono fiori campanulati di colore bianco o crema

Quali sono le piante autunnali che fioriscono

Molte piante da fiore le abbiamo inserite anche negli elenchi precedenti. Eccovene altre varietà.

  • Dalia: classici fiori autunnali che si contraddistinguono per i vivaci colori intensi ed accesi, come giallo, rosso, viola, bianco, arancione e fucsia. Richiedono un terreno ben drenato, miscelato a sabbia
  • Cavolo ornamentale: pianta molto scenografica dalle gigantesche foglie frastagliate di colore verde e bianco, verde e rosa, verde e viola. Molto semplice da coltivare, sopporta anche le temperature al di sotto dello zero e non soffre in caso di escursioni termiche
  • Skimmia: pianta proveniente dal Giappone con foglie ovoidali che creano un bellissimo contrasto con i fiori colorati. Sopporta bene sia il freddo che la siccità. La posizione ideale è all’ombra
  • Alstroemeria: simile al giglio ma con fiori dai colori caldi, tipicamente autunnali. Questa pianta può raggiungere i 150 cm di altezza. Sopporta le temperature gelide (5°C sotto zero). Va tenuta al riparo dalle correnti d’aria
  • Zinnia: fino a ottobre, questa pianta di origini tropicali, impreziosisce giardini e balconi con meravigliose fioriture gialle, rosa, rosse, arancioni, lilla e viola. Esistono centinaia di ibridi
  • Sternbergia: somigliante al croco, questa pinta comincia a fiorire a fine estate e continua a produrre fiori fino ad autunno inoltrato. Classificata come pianta rara, è abbastanza semplice da coltivare. Richiede un angolo soleggiato e va annaffiata poco
  • Giacinto: in autunno si piantano i suoi bulbi. Quando poi i suoi fiori appassiscono, il bulbo va pulito e conservato in un sacchetto di carta fa tenere in un luogo buio
  • Camelia: tipica dei giardini d’inverno in Giappone, fiorisce con il freddo
  • Peperoncino ornamentale: appartenente al genere Capsicum annuum, vivacizza terrazzi e balconi con frutti di un bel rosso intenso. Va sistemato in un luogo che riceve tanta luce, utilizzando un recipiente piuttosto profondo
piante autunnali
Peperoncino ornamentale
  • Grevillea: proveniente dall’Australia, questa pianta fiorisce a fine ottobre, regalando una cascata di lunghi calici che si sviluppano in riccioli di vari colori: rosa, rosso, giallo e arancione
  • Corbezzolo: a inizio autunno, regala profumatissimi fiori colorati e, a seguire, succulenti frutti rossi
  • Solanum: appartenente alla famiglia delle Solanaceae, questa pianta sboccia in autunno con fantastici fiori a 5 petali e calici campanulati

Quali sono le piante autunnali da orto

Spostiamoci ora nell’orto e scopriamo quali sono gli ortaggi da poter coltivare quando comincia a fare freddo.

  • Cicoria: poco esigente e facile da coltivare. Le annaffiature dipendono da quanto piove
  • Barbabietola: effettuare la semina in pieno campo, a una profondità di 2 cm circa, su file aventi tra loro una distanza compresa tra 25 e 30 cm
  • Porri: per favorire una buona crescita, è bene rispettare le distanze consigliate, ovvero, 10 cm tra una pianta e l’altra e 35 cm circa tra le varie righe
  • Carota: coltivare un terreno soffice e sciolto, utilizzando un vaso profondo almeno 30-40 cm
  • Ravanelli: la semina può avvenire a spaglio o a righe tra loro distanti 15 centimetri circa. Il seme va messo ad una profondità di almeno 1 cm
  • Spinaci: crescono rapidamente in un terreno ben drenato, con pH attorno a 6-6,5
  • Semi di fava: richiedono un terreno con pH compreso tra i 5,5 e i 6,5. la raccolta avviene tra maggio e giugno
  • Piante aromatiche: salvia, timo e rosmarino sono facili da coltivare e molto resistenti al freddo. Non serve avere un vero e proprio orto; può bastare anche un angolo del balcone o del davanzale

Altri approfondimenti

Sulle piante ti potrebbero interessare questi approfondimenti tematici:

Leave a Reply