Parla Arisa: “Sanremo, una nuova casa, un nuovo fidanzato… finalmente credo in me stessa” – ESCLUSIVO

La cantante in gara al festival racconta al settimanale Oggi com’è cambiata la sua vita. E sul suo matrimonio…

Arisa volta pagina. «La mia vita è cambiata. Mi sono trasferita a Roma per fare Amici, ho conosciuto altre persone, ho un nuovo fidanzato e finalmente credo in me stessa», dice in questa intervista esclusiva al settimanale Oggi. Arisa ci parla via Zoom con un nuovo look (capelli lunghi e corvini e unghie lunghe rossissime) ed è carica a mille. Il nuovo fidanzato è il suo manager Andrea Di Carlo. Si vocifera di un matrimonio programmato a settembre, lei per ora non conferma ma neppure smentisce. A Sanremo, per la sua settima partecipazione, porta una canzone firmata da Gigi D’Alessio, Potevi fare di più. Guarda com’è cambiata negli anni – FOTO PRIVATE | VIDEO 1VIDEO 2 | VIDEO 3

Arisa sposa il fidanzato manager Andrea Di Carlo: tutti i dettagli del matrimonio… dopo Sanremo – SUPERGOSSIP

Il brano parla di un amore stanco, sfilacciato, a cui si è finalmente detto basta. Verso cult: «Torno a casa e fa festa solamente il mio cane». «Bisogna stare insieme finché ci si vuole stare, l’amore va ricodificato. La canzone parla di un gesto di libertà e di coraggio. Non è che siccome una situazione è così lo deve essere tutta la vita. Dobbiamo sviluppare di più l’amore per noi stessi. Tra l’altro, siccome io ho due cani, avrei voluto mettere cani al plurale, ma Gigi mi ha detto di non essere didascalica. Così è più forte».

Arisa promossa tra tanti bocciatissimi! Giovanni Ciacci dà i voti (al vetriolo) ai look del Festival di Sanremo – ESCLUSIVO

È una canzone autobiografica? «È universale, la fiamma della passione che si spegne l’abbiamo vissuta tutti».

Gigi d’Alessio ha tirato fuori una sensibilità femminile notevole. «L’ha assorbita dalle donne che gli sono state vicine. Abbiamo chiacchierato tanto e ci siamo raccontati. Quando è arrivata questa canzone mi sono commossa».

Come vi siete conosciuti? «Mi ha invitata nel suo show su Rai 1 nel 2010. Sono stata anche a casa sua. Mi è sempre sembrato un gran signore, una persona di grandi sentimenti e valori».

Lei ha sempre detto di essere Sanremo-dipendente. Come mai ha deciso di partecipare in un anno così difficile per Sanremo? «Bisogna restituire quello che si è avuto. Ma soprattutto voglio tornare a fare il mio lavoro a gonfie vele, e non rinunciare a Sanremo, che è la festa di noi italiani, come i Mondiali, come il Capodanno in tv, anzi di più».

Arisa, tutte le follie della cantante più stravagante d’Italia – ESCLUSIVO

Certo, voi artisti, come tutti, dovrete essere molto prudenti e rimanere blindati in albergo. «Ho preso una casa dove sto con gli amici più cari e il mio staff».

Parliamo anche dell’esperienza da insegnante ad Amici. Con Rudy Zerbi vi beccate tanto… «E pensare che il primo ragazzo di cui mi sono innamorata veramente, al mare, era rosso di capelli e io era persa per lui! (ride, ndr). Scherzi a parte, all’interno della scuola siamo insegnanti, fuori siamo persone adulte, solidali. Ogni tanto, ci facciamo qualche smorfietta, magari parte la frecciatina, ma sono tutte persone di grande valore».

Parla Arisa: “Mi pento solo delle mie labbra rifatte” – ESCLUSIVO

Bello tornare a scuola? «Bellissimo, perché i ragazzi creano dinamiche interessanti, litigi, amori che nascono. Sta uscendo uno spaccato reale su una fascia d’età che di solito non viene mai lasciata così libera, spontanea. E a me tornano in mente i motivetti su cui ci esercitiamo, mi nutro di musica e sogni».

Arisa e i baci al nuovo fidanzato Andrea Di Carlo: l’amore è scoppiato così! – GUARDA

Dopo Sanremo, che progetti ha? «Uscirà un Ep, che conterrà, tra le altre cose, una canzone interamente scritta da me in napoletano».

Tra dieci anni come si vede? «Mi vedo con i capelli lunghissimi, ancora più appiccicati alla testa di ora, e le unghie chilometriche. Ma soprattutto mi vedo mentre sorrido, abbraccio, canto e cucino».

Dea Verna

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts