oss-diventano-modelle-in-rsa-la-casa-di-riposo-si-trasforma-in-casa-di-moda.

Tutto come per le passerelle delle grandi occasioni: fiori, riflettori e telecamere si accendono nella CRA di Pianoro, Villa Giulia, che domenica 20 novembre si trasforma in “casa di moda”. A sfilare non saranno indossatrici professioniste ma circa una ventina, tra collaboratrici e impiegate della struttura.

Per un giorno le OSS dismetteranno divise, camici, mascherine e sabot per calzare tacchi alti e lasciarsi avvolgere da tulle e stoffe preziose. A valorizzarle ulteriormente ci penseranno trucco e parrucco. Sul tappeto rosso sfileranno anche addette alla cucina, tre animatori, l’amministrativa e la stessa coordinatrice di struttura.

L’iniziativa torna a distanza di qualche anno per regalare alle lavoratrici e soprattutto ai residenti un pomeriggio all’insegna del fashion e delle nuove tendenze di questo autunno/inverno 2022-2023. Nel pubblico prenderanno posto i residenti, pronti a supportare a suon di applausi le belle e brave operatrici di Villa Giulia.

Gli abiti, quasi tutti da sera, insieme agli accessori saranno messi a disposizione da una nota azienda di abbigliamento del Comune di San Lazzaro, che con la direzione di Villa Giulia ha sposato la finalità: prendersi cura degli anziani anche attraverso iniziative ludiche e con il coinvolgimento attivo delle lavoratrici.

La sfilata di moda nasce da un’idea dell’amministratrice della CRA dott.ssa Ivonne Capelli per trasformare un uggioso pomeriggio di novembre in un’occasione speciale per i residenti e tutto il personale, all’insegna della bellezza, portando la moda e la musica rock di Emilia Mascolo, in arte Nonna Rock dentro la residenza.

A Villa Giulia, dove i trend più alla moda ispirano e danno vita a creazioni sartoriali all’uncinetto, fervono i preparativi per questa domenica, come afferma la dott.ssa Capelli: “Renderemo le nostre OSS e le altre figure sociosanitarie, ma anche le impiegate in amministrazione e cucina, indossatrici per un giorno, valorizzando la loro femminilità che nel lavoro diventa un fattore secondario rispetto ai prioritari compiti di assistenza, cura e accudimento delle persone fragili. E’ un evento che dedichiamo al benessere dei nostri anziani, con la partecipazione di chi con passione, dedizione e pazienza si prende cura di loro tutti i giorni. Ci auguriamo sia un momento di svago e di festa per le “modelle” ma anche un indimenticabile gioia per i nostri residenti”.