nft,-cosa-sono-i-pfp-e-quali-sono-i-piu-famosi-usati-come-avatar-sui-social-media

PFP è l’acronimo di “Photo for Profile” e indica NFT che vengono utilizzati come immagini del proprio profilo nei social network. Possono essere singoli NFT oppure intere collezioni progettate con questo scopo.

Queste collezioni si basano su un personaggio o un tema in comune da replicare in tutte le opere. Tra le PFP più famose c’è il Bored Ape Yacht Club, ma anche Doodles, World of Women o Meebits.

La popolarità dei NFT come foto profilo ha portato Twitter a introdurre la possibilità di certificare i NFT utilizzati sulla sua piattaforma. Questi NFT vengono utilizzati come immagini del proprio profilo, come avatar, sui social media.

La forza dei PFP NFT

La forza dei PFP NFT risiede nel fatto di essere basati su una Community collaborativa, che consente una partecipazione attiva alle varie progettualità e la possibilità di conoscere ex ante il trend dei propri investimenti e di offrire maggiori possibilità di monetizzazione rispetto alle altre tipologie di NFT.

Tra i primi progetti PFP NFT ci sono i CryptoPunks, creati da Matt Hall e John Watkinson, fondatori di Larva Lab, inizialmente distribuiti gratuitamente.

NFT, qualche caratteristica tecnica

Dopo aver visto i PFP NFT soffermiamoci per un istante nel verificare qualche caratteristica dei NFT.

I NFT sono diventati popolari come oggetti d’arte digitale da collezione, ma possono rappresentare anche la proprietà di un file musicale, un documento, un biglietto aereo, un meme, e la lista potrebbe continuare.

La maggioranza dei NFT segue lo standard ERC-721, che rende ogni NFT unico, a differenza dello standard ERC-20. Un nuovo standard è ERC-1155, che permette di creare token semi-fungibili, utili per creare un’opera d’arte digitale in diverse copie equivalenti tra loro, ma limitate nel numero.

Tra le varie peculiarità si evidenziano i NFT dinamici, che mutano nel tempo sulla base di caratteristiche programmabili. Interagiscono, infatti, con alcuni dati e condizioni esterne che ne alterano la configurazione. I metadati, integrati negli smart contract, si adattano a informazioni ricavate da fonti che monitorano il mondo esterno.

Vi sono, poi, i NFT Blue Chip, ovvero quei NFT che con il passare del tempo mantengono una certa stabilità di prezzo e solidità del progetto di riferimento.

Per concludere queste brevissimo viaggio nel mondo dei NFT ricordiamo, anche, i POAP, Proof of Attendance Protocol. Si tratta di NFT unici che vengono distribuiti agli eventi per certificare la partecipazione delle persone e, quindi, assicurare il coinvolgimento delle stesse in qualche attività progettuale.

Come creare un PFP e come promuoverlo

Il primo passaggio nella creazione di PFP è definire i personaggi ponendosi delle domande. Che tipo di personaggio si desidera creare? Un animale, una figura umana, una forma astratta, un rendering 3D o un dipinto.

Poi bisognerà definire lo stile del personaggio,  se si tratta di un cartone animato, semi-realistico, astratto.

Successivamente sarà necessario definire l’universo in cui il personaggio opererà e qui le possibilità sono infinite.

A questo punto sarà necessario focalizzare l’attenzione sullo sfondo del PFP.

Il secondo passaggio è caratterizzato dalle definizione delle dimensioni della collezione. All’inizio della fase di hype ogni collezione dovrebbe avere un numero fisso di 10.000 PFP NFT, ma in realtà questa regola, originariamente “fissa”, ha lasciato il posto alle decisioni personali.

Decidere quali vantaggi attribuire ai NFT è una questione di strategia.

Il prezzo. Non ci sono regole per quanto riguarda la determinazione del prezzo. C’è chi li dà gratuitamente oltre al gas price. C’è chi li vende all’asta e chi ha prezzo fisso.

Dal momento che i NFT possono essere rivenduti, si dovrà decidere le royalty, che si desidera ricevere dalle vendite del mercato secondario. La maggior parte dei progetti prende il 5% del valore di rivendita, mentre altri il 10%.

Promuovere la collezione NFT PFP è la parte più importante del successo della collezione, ma è anche la parte più difficile. Alcuni collaborano con gli influencer per ottenere una visibilità più ampia, alcuni costruiscono il loro pubblico da zero.

Ogni collezione ha il suo percorso. Certo è che il successo di tutto è nelle mani della Community e qui risultano molto importanti Twitter e Discord.

I PFP più famosi

I social network stanno introducendo un sistema per autenticare i NFT usati nelle foto profilo. Il primo è stato Twitter. Nella sua versione a pagamento, Twitter Blue, è possibile caricare le immagini del profilo autenticandole come NFT.

Anche altre piattaforme di social media come Meta, Instagram, Reddit e OnlyFans stanno lavorando per ospitare PFP NFT come immagini del profilo. Avere un NFT come immagine del profilo può essere così trendy da attirare più visitatori e follower su pagine e account personali.

Vediamo quali sono i PFP più famosi.

CryptoPunk

L’utilizzo di NFT come immagine del profilo non è diventato improvvisamente di moda. Tutto risale alla produzione del primo progetto PFP NFT, CryptoPunk.

CryptoPunk è una raccolta NFT di 10.000 personaggi unici chiamati Punks.

Il progetto è stato rilasciato per la prima volta nel 2017, ma è diventato popolare nel 2021, principalmente come immagini del profilo di Twitter. Da allora, CryptoPunk è stato uno dei NFT PFP più popolari sul mercato NFT e il prezzo di un CryptoPunk è salito alle stelle. Quando la tendenza ha preso piede si sono presto sviluppati altri progetti NFT PFP.

Bored Ape Yacht Club

Bored Ape Yacht Club, una raccolta di 10.000 oggetti da collezione unici a tema scimmia, che offrono ai loro proprietari l’accesso a vantaggi riservati ai membri, è nata nel 2021. I suoi NFT sono stati venduti per milioni di dollari.

Le immagini di scimmie annoiate generate dalla combinazione algoritmica di 170 asset unici come vestiti, sfondo, pelliccia, occhi, bocca, cappello, orecchini, rende ciascuno PFP NFT diverso dagli altri.

Meebits

Meebits. Giochi online come Roblox o Minecraft hanno reso i personaggi basati su pixel art popolari in tutto il mondo. Uno dei progetti più riusciti di questo tipo è PFP NFT Meebits. Sono avatar 3D resi in voxel art.

Il progetto, realizzato dai creatori di CryptoPunks nel maggio del 2021, vanta 20.000 personaggi 3D, che possono essere scambiati sulla blockchain di Ethereum, facilmente acquistabili e vendibili su mercati NFT basati su Ethereum come OpenSea.

Cool Cats

Il progetto Cool Cats include una raccolta di 9.999 PFP NFT generati casualmente da oltre 300.000 combinazioni possibili: un corpo, un viso, un cappello e un vestito unici. Di questi, vi sono 66 gatti “super rari”.

L’illustratore di questi NFT è Colin Egan. Dopo essere stata lanciata nel luglio del 2021, la collezione ha rapidamente raggiunto la vetta in termini di popolarità e volume delle vendite.

Ad oggi rimane tra i primi 20 posti nella classifica di progetti di PFP.

Doodles

La collezione di personaggi Doodles è tra le migliori raccolte PFP in termini sia di popolarità che di volume delle vendite.

Doodles è una raccolta di 10.000 NFT generativi creati da Evan Keast, Scott Martin e Jordan Castro, conosciuti rispettivamente come Tulip, Burnt Toast e Poopie.

Il progetto mescola e abbina casualmente, attraverso algoritmi, i trait individuali per creare l’intera collezione Doodles.

All’interno dell’ecosistema Doodles vivono umani, gatti, sottaceti, scimmie, scheletri, alieni, squali, dinosauri, anatre. Come nel caso di quasi tutte le raccolte di avatar generativi, gli NFT di Doodles hanno vari gradi di rarità, che è definita dai loro tratti.

Nelle prime due settimane del 2022, il progetto ha generato oltre 40 milioni di dollari.

World of Women

World of Women (WoW) è una collezione unica nel suo genere, con 10.000 donne forti e diverse sulla blockchain di Ethereum. La collezione è composta da 11 sfondi, 14 tonalità della pelle, 27 vestiti, 25 acconciature, 23 lineamenti del viso, 13 accessori per il viso, 17 paia di orecchini, 15 collane, 9 bocche, 7 colori per le labbra, 28 combinazioni di occhi.

Creata dall’artista, illustratrice e designer Yam Karkai, World of Women è una community che abbraccia la diversità e le pari opportunità per tutti nel mondo dei NFT.

Il successo di World of Women è in gran parte dovuto alla sua missione, alla creazione di comunità e alle iniziative di marketing, nonché alla sua capacità di ottenere sponsorizzazioni da celebrità.

World of Women ha annunciato, all’inizio del 2022, una partnership con il metaverso The Sandbox.  Nella nota ufficiale che ha annunciato la collaborazione si legge: “World of Women e The Sandbox lavoreranno insieme per migliorare il Metaverso aperto e incoraggiare una maggiore partecipazione femminile, attraverso la creazione di una serie di esperienze interattive. Questi obiettivi saranno perseguiti dalla WoW Foundation attraverso quattro linee guida: nobilitare il metaverso sostenendo artiste e finanziando progetti, educare i nuovi utenti, comunicare per dare maggiore visibilità alle cause femminili, ispirando al contempo gli altri, e restituire fondi attraverso la beneficenza. Il fondo fornirà anche opportunità di sviluppo del business attraverso l’esistente rete di partnership The Sandbox, Animoca Brands e Brinc. The Sandbox prevede di supportare le artiste e guidarle nel Web 3.0, svolgendo funzioni di mentorship, finanziando le opere e facilitandone la vendita e organizzando mostre nel metaverso“.

SupDucks

SupDucks è una raccolta di 10.000 teste d’anatra uniche in stile avatar.

Il creatore, Franky Aguilar, prendendo spunto da un personaggio abbozzato tempo addietro, ha iniziato ad aggiungere trait e accessori diversi al suo primordiale progetto. E’ stato creato un algoritmo che sovrappone attributi diversi e assicura l’unicita’ dell’opera, creando allo stesso tempo ambite variazioni rare.

Citiamo, inoltre, Azuki, Clone X, Moonbirds, CrypToadz, Pudgy Penguins, Goblintown, Okay Bears, Invisible Friends, Mfers, Fluf World, Creature World, Deadfellaz.