Natalia Bryant compie 18 anni, la madre Vanessa: “Mamma e papà sono orgogliosi di te”

Natalia Bryant ha compiuto 18 anni. La primogenita del campione scomparso Kobe Bryant e la moglie Vanessa è nata il 19 gennaio del 2003 ed è la più grande delle tre sorelle. La più piccola Capri ha compiuto un anno nel 2020, mentre Gianna ha perso la vita insieme al padre durante quel tragico 26 gennaio, nello schianto di un elicottero dall’aeroporto della Contea di Orange-John Wayne, in California.

La lettera di Vanessa Bryant alla figlia

Il 18esimo compleanno è una tappa importante, un momento delicato per Natalia che probabilmente ha sognato a lungo questo momento al fianco del padre. A mostrarle tutto l’affetto della sua famiglia, ci ha pensato la madre Vanessa, che su Instagram ha pubblicato insieme ad una foto di Natalia una lettera d’amore:

Cara Natalia, Buon compleanno! Mamma e papà sono così orgogliosi della giovane donna che sei. Hai mostrato tanta forza e grazia durante l’anno più difficile della nostra vita. Grazie per essere intervenuto per aiutarmi con le tue sorelline. Sei una sorella maggiore così incredibile e un bellissimo esempio per così tante persone. Grazie per essere gentile, educato e gentile in tutto ciò che fai. Non hai idea di quanto siano felici e orgogliosi mamma e papà di nostra figlia. Ti amiamo sempre e per sempre, per sempre e sempre. Buon 18 ° compleanno alla nostra primogenita, Natalia, la nostra principessa! Ama sempre, Mamma, papà, Gigi, BB e Koko.

La morte di Kobe Bryant e di Gianna

La morte di Kobe e Gigi è stata una tragedia che ha scosso profondamente il mondo sportivo internazionale e ha sconvolto molto anche l’Italia, dove Bryant aveva iniziato la sua carriera sportiva ancora giovanissimo. Padre e figlia sono deceduti il 26 gennaio 2020 nello schianto di un elicottero decollato dall’aeroporto della Contea di Orange-John Wayne, in California. Il velivolo è precipitato a Calabasas circa 40 minuti dopo, prendendo fuoco, provocando così la morte di tutti i passeggeri: oltre al campione e a Gianna sono morte altre sette persone. I funerali privati si sono tenuti il 7 febbraio al Pacific View Memorial Park nella Corona del Mar in California, mentre il 24 febbraio, presso lo Staples Center a Los Angeles, si è svolta una commovente commemorazione pubblica che ha riunito amici e personalità del mondo del basket, insieme a 20mila fan accorsi per l’ultimo saluto.

Related Posts

Leave a Reply