«Mi candido alla segreteria, basta restare paralizzati sotto i colpi della destra e delle altre opposizioni»- Corriere.it

«mi-candido-alla-segreteria,-basta-restare-paralizzati-sotto-i-colpi-della-destra-e-delle-altre-opposizioni»-corriere.it

Il governatore dell’Emilia-Romagna scende in campo nella sua citt, Campogalliano, e annuncia la corsa alle primarie del Pd del 19 febbraio

Sono qui perch ho deciso di candidarmi a segretario del Partito democratico. Stefano Bonaccini, governatore dell’Emilia-Romagna, torna ancora una volta a casa, nella sua Campogalliano, per raccontare la sua nuova sfida, la pi grande della sua carriera politica. Per il grande annuncio sceglie la chiesetta sconsacrata di San Rocco, che si affaccia su piazza Castello, cio su cosa vedeva quando era bambino e si affacciava dalla finestra di casa. Dove al posto della sede del Pd c’era quella del Pci, con cui nel 1990 Bonaccini si candid per la prima volta consigliere comunale . Mi parso giusto dirlo prima di tutto a voi, ai miei concittadini, che mi hanno visto crescere, e agli iscritti della mia sezione, l’esordio commosso di Bonaccini. In prima fila c’ sua mamma Anna.

Il governatore, che era pronto da tempo per giocare la partita pi difficile, dice di essersi deciso dopo la dura sconfitta del 25 settembre: mi sono preso il tempo per riflettere, chiedendomi se io posso essere utile per il mio partito. E poi: Sento il peso di questa responsabilit, di provare a fare quello che non riuscito ad altri — spiega Bonaccini —. La cosa…

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi