“master-and-commander-ai-confini-del-mare”,-tuffo-nelle-grandi-battaglie
Giorgio Carbone

Giorgio Carbone

Nato a Tortona (Al) il 19 dicembre 1941. Laureato in giurisprudenza a Pavia. Giornalista dal 1971. Per 45 anni coniugato all’attrice Ida Meda. Due figli. Critico cinematografico (titolare) per “La Notte” dal 1971 al 1995. Per “Libero” dal 2000 a oggi. Autore di tre dizionari: Dizionario dei film (dal 1978 al 1990); Tutti i film (dal 1991 al 1999); Dizionario della tv (1993).

Vai al blog

MASTER AND COMMANDER  AI CONFINI DEL MARE Sky Cinema action ore 21  con Russell Crowe,  Peter Betthany e  James  D’Arcy. Regia di Peter Weir. Produzione USA  2003. Durata: 2 ore e 20 minuti

LA TRAMA Durante le guerre napoleoniche quando si combattevano le grandi battaglie navali  da Aboukir a Trafalgar, un vascello inglese è  aggredito di sorpresa da una fregata francese e danneggiato gravemente.  Il comandante  inglese lo prende come un  affronto personale. Appena  la sua nave può riprendere bene il mare  inizia  una caccia implacabile tra gli oceani   in cerca di  rivincita. La caccia diventa ossessione, ma alla fine le due navi si scontrano di nuovo e stavolta saranno i britannici ad  avere la meglio.

PERCHE’ VEDERLO  perchè un  film d’avventure  marine  così   non si vedeva  da lunga pezza e non c’è mai visto nei successivi  vent’anni. Russell Crowe  e il regista Peter Weir attraversavano i loro  momenti di maggior gloria. La traversata  del Capo Horn è rimasta nell’immaginario di ogni spettatore di  cinema tra i flutti,