marcella,-infermiera:-“il-nostro-e-lavoro-usurante,-altro-che-quello-degli-oss”.

Ci scrive Marcella, Infermiera, che riapre la discussione sul lavoro usurante in sanità: “il nostro è avvilente e non riconosciuto, altro che quello degli Operatori Socio Sanitari”.

Salve Direttore,

sono una Infermiera e lavoro ormai da 30 anni in ospedale. Da 5 anni sono in Rianimazione dopo aver prestato servizio per 14 anni in malattie infettive.

Si parla tanto di competenze professionali ma in rianimazione gli oss non eseguono il giro letti da soli per paura dei cavi, dei tubi, dei cateteri arteriosi quindi l’infermiera deve lavare il Paziente nell’attesa che l’oss (ce ne sono due in turno) si liberi dall’altro paziente, deve eseguire la pulizia del cavo orale perché gli oss hanno paura di spostare il tubo endotracheale (ma non la eseguono nemmeno nei pazienti tracheotomizzati), deve eseguire le mobilizzazioni con l’oss o con la fisioterapista perché gli oss, per i motivi di cui sopra non le eseguono. Di notte oss non ce ne sono quindi cambiamo i sacchetti delle urine e, se c’è necessità di sanificare l’ultimo posto letto per eventuali urgenze, facciamo anche quello.

Ci occupiamo con loro delle salme perché da soli non lo fanno. Noi infermieri riforniamo i carrelli del materiale mancante.

Avevamo una OSS che sistematicamente lasciava i sacchetti delle urine pieni per farli vuotare a noi Infermieri di notte: lo abbiamo segnalato al responsabile in direzione sanitaria e ci ha risposto che, siccome c’erano pochi pazienti, non dovevamo lamentarci perché altrimenti ci avrebbero tolto pure gli oss che avevamo!

A questo punto mi chiedo: agli oss è stato riconosciuto il lavoro usurante ma, visto che noi facciamo esattamente le stesse cose che fanno loro e in più abbiamo moltissime responsabilità che loro non hanno e lo stipendio è quasi uguale, perché anche il nostro non viene riconosciuto come USURANTE?

La caposale difende sempre gli oss e dice che non dobbiamo lamentarci perché noi siamo di più ma specialmente adesso con i pazienti covid noi siamo sempre vestiti e dentro con loro mentre gli oss, finito il giro letti, escono e a seconda di chi c’è in turno non entra più!

Non generalizzo sugli oss, non sono certo tutti uguali! Abbiamo un’oss meravigliosa, sempre disponibile e molto preparata: è stata lei ad insegnarmi molte cose quando sono arrivata mentre tanti colleghi, essendo un reparto chiuso, facevano fatica ad accettarmi! Ma purtroppo persone così sono veramente rare ed è anche per valorizzare loro che bisognerebbe riprendere gli altri e far rispettare loro il mansionario (perché loro ancora ce l’hanno un mansionario e non c’è scritto che la rianimazione debba essere diversa dagli altri reparti!).

Scusate lo sfogo, ma quando leggo della rabbia di certi OSS…

Marcella, Infermiera

L’articolo Marcella, Infermiera: “il nostro è lavoro usurante, altro che quello degli OSS”. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.