l’inglese-e-la-lingua-straniera-piu-studiata-al-mondo,-ma-l’italiano-cresce:-il-report-linguistico-di-preply

Il Report Linguistico 2021 di Preply, piattaforma globale di apprendimento delle lingue, ci porta alla scoperta degli idiomi più studiati. La lingua più ricercata resta l’inglese con il 28% degli studenti impegnati ad apprenderla sul portale, troviamo poi l’italiano, che entra nella top 5 grazie all’Eurovision.

Le lingue più studiate su Preply

L’inglese è la lingua straniera più studiata al mondo (28%). I motivi? Lavoro (49,4%) e formazione (29,7%). Lo spagnolo nel frattempo conquista terreno (10%), trainato dagli Stati Uniti: il 24,7% degli studenti statunitensi sceglie lo spagnolo, contro il 16,7% che preferisce l’inglese.

Preply studente

Preply mette in contatto oltre 20.000 insegnanti con decine di migliaia di studenti provenienti da tutto il mondo. Il suo Report Linguistico 2021 ci racconta la diffusione delle lingue e la voglia di studiarle.

Fra le lingue più studiate al mondo troviamo poi il francese (7%). Nel 25% questo idioma si studia per lavoro, grazie alla sua crescente importanza nell’economia mondiale. Gli studenti di francese su Preply arrivano da Paesi che hanno dei legami storici con la Francia, come Marocco, Algeria, Canada e Nigeria.

La quarta lingua in classifica è il tedesco, mentre l’italiano arriva al quinto posto. Viene studiato non solo per motivi di lavoro, ma anche per conoscere meglio la cultura del Paese. Ad aumentare l’interesse la vittoria dei Maneskin all’ultimo Eurovision e l’arrivo della manifestazione a Torino il prossimo maggio. Gli studenti di italiano su Preply vengono in particolare dagli Stati Uniti, dalla stessa Italia, dalla Gran Bretagna, dalla Germania e dalla Polonia. Infine spicca l’arabo, la lingua più diffusa in Nord Africa e Medio Oriente.

L’importanza della scelta degli insegnanti di lingua

Non solo la lingua da imparare, a questa scelta si affianca quella dell’insegnante. Per il Report Linguistico 2021 di Preply i criteri più importanti sono prezzo, esperienza e personalità. L’indagine evidenzia che il 34-59% degli utenti cerca un insegnante che corrisponda al proprio budget, mentre il 42% degli studenti punta su chi ha più esperienza. La personalità è un fattore chiave per il 28-40% delle persone. Le qualità migliori? Gentilezza, pazienza e simpatia.

Maggiore attenzione inoltre alla provenienza dell’insegnante: un quinto degli studenti preferisce i madrelingua e per il 19% è importante la località del docente. Un esempio? Chi studia portoghese brasiliano preferisce un docente di San Paolo, piuttosto che di Lisbona.

Preply tutor

Non vanno poi dimenticati stile e metodo di insegnamento (importanti per l’11% degli intervistati), mentre il 10% dei futuri studenti cerca un insegnante che abbia seguito un percorso di studi particolare o abbia ottenuto certificazioni specifiche.

Apprezzata dagli studenti di tutto il mondo Preply offre un fattore fondamentale: la flessibilità. Consente infatti di prenotare le lezioni in qualsiasi momento sia del giorno che della notte, accordandosi direttamente con gli insegnanti.

Preply premia gli insegnanti con gli NFT

Per valorizzare il ruolo dei suoi docenti, Preply ha deciso di premiare, fra gli oltre 20.000 tutor presenti sulla piattaforma, i tre migliori insegnanti in inglese, francese e spagnolo che hanno completato 11.000 ore di lezione nel corso dell’anno. Un modo per riconoscere competenza e professionalità.

Preply

Per farlo ha coniato tre NFT esclusivi su Opensea, consegnati ai vincitori tramite il “Crypto Wallet”, un modo per sottolineare, ancora una volta, l’importanza dell’apprendimento online. Ma non è finita qui, perché a chi possiede dei token Preply regalerà nei prossimi mesi tanti vantaggi esclusivi fra cui biglietti per eventi, accesso a corsi di apprendimento oppure a beta test di prodotti.

Contenuto offerto da Preply.