Le suggestive location della serie tv “Bridgerton”

le-suggestive-location-della-serie-tv-“bridgerton”

La nuova serie tv-evento di Netflix, Bridgerton, ambientata nel periodo della Reggenza nell’Ottocento britannico, e tratta dai romanzi rosa di Julia Quinn, trasporta lo spettatore in un “mondo da fiaba” dove tutto è un po’ “più bello”, “più scintillante”, “più adorabile” della realtà.

Eppure, a un osservatore attento, non sfuggiranno di certo le suggestive location che fanno da cornice al nuovo dramma storico, a partire da Bath, la più grande città del Somerset, che ha un ruolo da protagonista.

Infatti, anche se la serie è ambientata a Londra, l’affascinante città termale Patrimonio Unesco, fondata dai Romani nel sud-ovest dell’Inghilterra, fa da sfondo alla maggior parte delle scene. In particolare, il Royal Crescent, complesso residenziale settecentesco considerato il più importante esempio di architettura georgiana del Regno Unito, fornisce l’ambientazione esterna per la casa di Featherington.

In più, due dei balli di Bridgerton sono stati girati all’Holburne Museum a Sydney Pleasure Gardens, la prima galleria d’arte pubblica di Bath che custodisce interessanti arti decorative costruite attorno alla collezione del proprietario Sir William Holburne, e alla Banqueting Room della Guildhall, uno degli interni georgiani più mozzafiato, spesso utilizzata per matrimoni in grande stile.

Il negozio di abiti “Modiste” è invece nella realtà Pickled Greens, un tradizionale caffè nascosto in una delle affascinanti strade del pittoresco centro di Bath.

Ma non soltanto Bath. Bridgerton è stato registrato in numerose case signorili dell’Inghilterra, compresa una accanto alla casa del Principe Carlo, regolarmente usata dalla Famiglia Reale.

Non manca poi Hatfield House, prestigiosa villa di campagna che spicca nell’ampio Great Park a est della cittadina di Hatfield, nell’Hertfordshire, già protagonista di Rebecca di Netflix, The Great di Hulu e nel film The Favorite, che ha fatto guadagnare a Olivia Colman un Oscar.

Le scene della regina Charlotte di Bridgerton sono state girate a Wilton House, una delle grandi dimore inglesi in origine convento di suore costruito nell’871. Il Maniero, di proprietà del primo Conte di Pembroke e dei suoi discendenti, fu ristrutturato nel XVIII secolo per essere uno straordinario esempio di architettura palladiana.

La serie Netflix è stata filmata nella Single Cube Room che sostituiva Pemberley nella versione del 2005 di Orgoglio e Pregiudizio ed era la stanza in cui la Regina Elisabetta e il Principe Filippo incontrarono i Kennedy in The Crown.

Infine, sia Bridgerton che The Crown, la serie Netflix sulla Royal Family, sono stati parzialmente girati alla Somerley House di Ringwood, disponibile per matrimoni, riprese cinematografiche, eventi aziendali e privati.

Bath

Fonte @iStock