l’anello-di-fidanzamento-di-carolyn-bessette-kennedy

Donna meravigliosa, elegante e icona di stile, Carolyn Bessetteconiugata Kennedy – è stata la moglie di John Fitzgerald Kennedy Jr., figlio di John F. Kennedy e di Jacqueline Kennedy Onassis

Purtroppo prematuramente scomparsa (era il 1999 e aveva solo 33 anni) è ancora oggi molto chiaccherata: a fare discutere, anche a distanza di tempo, è il suo anello di fidanzamento. 

L’anello di fidanzamento di Carolyn Bessette Kennedy

Da sempre icona di stile e di eleganza, Carolyn Bessette Kennedy era appassionata anche di gioielli, rigorosamente minimal e dispensatori di raffinatezza: niente stile bold e grossolano, ma linee semplici, anche nel caso dell’anello di fidanzamento.

Pensate che John F. Kennedy Jr. scelse proprio un anello di fidanzamento sobrio e in perfetta linea con lo stile della donna: una scelta azzeccata e molto apprezzata. 

A quanto pare la storia racconta che quell’anello scelto da Kennedy Jr.

fosse in realtà ispirato a un anello d’oro e smeraldi appartenuto a sua madre, Jackie Kennedy (scomparsa nel 1994), un gioiello a cui l’ex first lady era solita riferirsi come al proprio “swimming ring“, ossia “anello da bagno/da nuoto”. L’anello di fidanzamento di Carolyn, dunque, era impreziosito da zaffiri e diamanti di taglio rotondo incastonati in una fascia di platino ed era, stando a quanto avrebbe dichiarato la stessa donna, una “copia di un anello indossato dalla madre di John“. 

L’anello di Jackie Kennedy, il cosiddetto swimming ring, era stato un dono del commerciante di diamanti Maurice Tempelsman, suo ultimo compagno, lo stesso che pare abbia contribuito al design dell’anello di Carolyn Bassette-Kennedy.

Ma perché swimming ring? Tale soprannome era dato dalla sua portabilità: l’anello, semplice nella forma, era facile da indossare in ogni occasione, perfino durante una bella nuotata in piscina, senza il rischio di perderlo chissà dove. 

L’anello di fidanzamento della donna rispecchiava dunque in tutto e per tutto la sua persona e personalità: elegante, raffinato, semplice e poco appariscente, proprio come lei. 

Il destino dell’anello, con molta probabilità scomparso al momento del tragico incidente aereo che è costato la vita a Carolyn Kennedy, è ancora del tutto irrisolto. Potrebbe anche essere che al momento dell’incidente la donna non lo stesse effettivamente indossando; le ipotesi sono numerose, ma sta di fatto che il misterioso anello non è stato più trovato.

Navigando su internet si trovano ancora oggi molte foto che ritraggono la donna con il gioiello al dito, le stesse che ne hanno permesso il ricordo e, in un certo senso, l’ispirazione. La vita di Carolyn Bessette-Kennedy continuerà a vivere per sempre, proprio come lo farà la sua storia d’amore con John Kennedy e la sua semplice e perfetta eleganza; tutti elementi che nel corso del tempo sono entrati a fare parte dell’immaginario collettivo e ancora oggi, seppure avvolte dal mistero, riescono a sopravvivere di luce propria. 

Non era solo un anello di valore, era lo specchio di una preziosa personalità, era la storia d’amore in grado di fare sognare nella sua totale eleganza e spensieratezza, quella che molto spesso si ricerca all’impazzata. 

Carolyn Bessette-Kennedy l’aveva trovata: ora ne resta il ricordo, per sempre luminoso.