la procura di Firenze chiama il superesperto Coppe

la-procura-di-firenze-chiama-il-superesperto-coppe

moby prince fg ipa

È il geominerario ed esperto di esplosivi Danilo Coppe, già consulente della Corte D’Assise di Bologna all’ultimo processo per la strage alla stazione, uno dei periti incaricati dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura di Firenze di far luce sul disastro della Moby Prince nel quale, poco più di 30 anni fa, la notte del 10 aprile 1991, di fronte alle coste del porto di Livorno, morirono 140 persone tra passeggeri e equipaggio e vi fu un unico sopravvissuto.

La Procura di Firenze, che con la Dda ha riaperto le indagini – seguite dal procuratore aggiunto Gabriele Mazzotta – ha assegnato 90 giorni di tempo a Coppe per rispondere ai quesiti assegnati, in particolare se vi siano nuovi elementi a suffragio della tesi della presenza di esplosivi sulla Moby Prince mettendo ordine a tutte le perizie fatte finora.

Coppe dovrà esaminare, per conto dei magistrati fiorentini, tutto il lavoro svolto finora dai vari consulenti che si sono susseguiti in questi 30 anni. Ma poiché vi sono ancora diversi reperti custoditi dalla magistratura di Livorno, il geominerario che, fra l’altro, fu incaricato di abbattere con l’esplosivo il troncone del Ponte Morandi a Genova, potrà esaminare quei resti o cercarne altri.

A…

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi