la-isla-minima,-bel-giallo-spagnolo:-belle-ragazze,-fascisti-e-socialisti

LA ISLA MINIMA

Rai4 ore 23.25

Con Javier Gutierrez,  Raul Arevalo e  Maria Varod. Regia di  Alberto Rodriguez . Produzione Spagna 2014. Durata: 1 ora e 45 minuti

LA TRAMA Il titolo non è proprio arrapante, ma la storia sì, se uno decide di seguirla dalle prime battute. Siamo in Spagna nel 1980. La democrazia dopo anni di franchismo è arrivata (il re Juan Carlos è riuscito a sventare un colpo di stato di pezzi grossi nostalgici). In una città dell’Andalusia scompaiono due ragazze. A risolvere il mistero è mandata una strana coppia di sbirri. Un veterano cinico e fascista e un  piedipiatti socialisteggiante e ombroso. La collaborazione è difficile, ma il mistero lo risolvono.

PERCHE’ VEDERLO perché è un bel giallo (in Spagna fu premiato con dieci Goya) di molta tensione e benissimo ambientato (in un’Andalusia che è tutta un acquitrino e tutti possono perdere orientamento e ragione, non solo le belle ragazze). Eppoi c’è una descrizione  della Spagna del dopo Franco che non è solo un’indovinata cornice cinematografica.