la-cnn:-«i-russi-vogliono-vincere-entro-il-9-maggio».-kiev-ordina-antidoti-contro-le-armi-chimiche-–-il-live-blog

Kramatorsk 1

Nel 45esimo giorno della guerra in Ucraina Stati Uniti, Ue e Gran Bretagna condannano l’attacco missilistico contro la stazione di Kramatorsk, che secondo le ultime stime ha provocato 52 morti e 109 feriti. L’Ucraina ha detto che la stazione nella città di Kramatorsk è stata colpita da un missile balistico a corto raggio Tochka U che conteneva munizioni a grappolo, che esplodono a mezz’aria. Il ministero della Difesa russo ha sostenuto che quel tipo di armi fosse in uso soltanto agli ucraini e ha detto che non c’erano in programma operazioni in zona ieri mattina. Intanto Kiev si aspetta un attacco russo nella regione del Donbass e il Cremlino ha detto che l’”Operazione speciale” potrebbe concludersi in un “tempo prevedibile”.

4.00 – I russi vogliono vincere entro il 9 maggio

I russi si sentono sotto pressione perché vogliono ottenere una vittoria in Ucraina entro il 9 maggio, giorno in cui la Russia celebra la vittoria sui nazisti durante la Seconda guerra mondiale. Lo riferiscono funzionari europei e americani alla Cnn. Secondo le fonti, le forze russe si stanno riorganizzando e puntando sull’est e sud dell’Ucraina perché li considerano obiettivi più piccoli e più raggiungibili rispetto alla conquista di tutto il Paese. La pressione di una scadenza il 9 maggio, sottolineano i funzionari, da una parte potrebbe tradire i russi e portarli a commettere errori ma potrebbe anche spingerli a compiere altre atrocità come quelle di Bucha e Kramatorsk. Ieri il presidente della Francia Emmanuel Macron aveva indicato la data del 9 maggio come quella più probabile per la fine delle ostilità.

3.00 – Wsj: l’Ucraina vuole un antidoto contro le armi chimiche

L’organizzazione
umanitaria americana Direct Relief ha detto al Wall Street Journal
che, su richiesta del ministro della Salute ucraino, ha inviato a
Kiev circa 220.000 fiale di un farmaco che può essere utilizzato per
contrastare gli effetti di armi chimiche come il gas nervino. Si
tratta dell’atropina che viene utilizzata per aumentare la frequenza
cardiaca o ridurre le secrezioni di muco nei polmoni o nelle vie
respiratorie. In pratica, è in grado di bloccare gli effetti da
avvelenamento causato da agenti nervini. si tratta dello stesso
farmaco distribuito agli operatori sanitari in Siria nel 2017. –
«Direct Relief sta inviando questo farmaco con la speranza assoluta
che non si verifichi mai un attacco che ne giustifichi l’uso», ha
spiegato al Wall Street Journal Alycia Clark, direttore farmaci
dell’organizzazione che ha sede a Santa Barbara, in California. Le
medicine sono state inviate questa settimana. Gli agenti nervini sono
considerati alcune delle armi chimiche più letali, secondo
l’associazione americana Arms Control Association. Tra i più
pericoloso c’è il sarin, liquido incolore, inodore e insapore, che
può essere usato per contaminare cibo o ‘acqua o essere rilasciato
nell’aria. A seconda di come viene distribuito, può causare vomito e
diarrea, fino alla paralisi e alla perdita di conoscenza.

1.00 – Pentagono: la Russia perde forze

Un alto funzionario della difesa degli Stati Uniti ha affermato che alcune unità russe in Ucraina sono “completamente eliminate” e che la potenza di combattimento di Mosca è tra l’80% e l’85% dei livelli pre-invasione. «Abbiamo avuto indicazioni di alcune unità che sono state letteralmente, a tutti gli effetti, eliminate», ha affermato il funzionario secondo quanto riportato dai media americani.

paypal

Leggi anche:

L’articolo La Cnn: «I russi vogliono vincere entro il 9 maggio». Kiev ordina antidoti contro le armi chimiche – Il live blog proviene da Open.