kate-middleton-spietata-con-harry:-“non-funziona-con-tutti”

Se Kate Middleton, come il resto della Famiglia Reale, ha preferito non commentare i racconti al vetriolo che Harry ha fatto nel suo libro Spare, ha comunque trovato il modo per rispondergli a tono.

Offerta

Spare

Spare

Il libro di Harry in vendita anche online

Kate Middleton, la battuta sulla salute mentale di Harry

In visita con William all’ente benefico per la salute mentale Open door nel suo primo impegno pubblico dall’uscita di Spare, Kate Middleton ha commentato: “Le terapie mentali non funzionano per tutti”. La frase è sembrata chiaramente rivolta a Harry che nel libro più volte fa riferimento alla terapia psichica che lo ha aiutato a superare i traumi della sua vita, primo fra tutti la morte prematura di sua madre, Lady Diana. E nei ringraziamenti ha voluto includere anche i terapisti che lo hanno seguito.

Harry in Spare racconta che suo fratello William era convinto che i terapisti gli facessero il lavaggio del cervello ed era talmente preoccupato di quello che raccontava durante le sedute, che ha insistito per poter assistere ad una di esse.

Dunque, sembra proprio che Kate abbia voluto tirare una frecciatina velenosa a Harry con quella frase sibillina, dimostrando per altro di aver letto il libro di Harry, anche se è impossibile non conoscere quanto a scritto dato che questa autobiografia è diventata l’argomento del giorno in tutto il mondo. Ma se anche il Duca del Sussex guadagnerà milioni dalla vendite, certo si può considerare un flop personale perché ad uscire più malconcio è proprio lo stesso Harry che sta precipitando nei consensi.

Kate Middleton, attacco personale a Harry

Comunque, Kate ha lanciato la sua battuta mentre stava conversando con alcuni ragazzi cui ha chiesto se fare musica li ha aiutati e uno di questi le ha risposto che suonare gli permette di esprimere le sue emozioni. A quel punto Lady Middleton ha piazzato la sua battuta: “Le terapie mentali non funzionano con tutti. Per questo è necessario che ce ne siano di diversi tipi”.

Poi ha aggiunto anche: “Tutti parlano di salute mentale“. E anche questa frase appare come un chiaro riferimento a Harry che da sempre si impegna su tema, oltre ad aver più volte raccontato come la sua salute mentale è stata messa a dura prova. Non a caso, il suo stesso ghostwriter, JR Moehringer, ha detto che Spare è pieno di errori fattuali perché il confine tra le memoria e i fatti è labile. E lo stesso Principe ha confessato che dopo la morte Diana la sua mente è rimasta confusa.

Kate pare aver colpito nel segno il bersaglio, mettendo il dito nella piaga nel punto debole di Harry. Un modo molto elegante per replicare ai racconti denigratori e alle accuse infamanti contro la Famiglia Reale con cui il secondogenito di Carlo ha infarcito la sua autobiografia.

Per William e consorte la parola Spare è impronunciabile. Sempre durante la visita, un giornalista ha domandato al Principe del Galles se avesse letto il libro di Harry. Ma lui ha glissato e ha fatto finta di niente. Ci ha pensato Kate a parlare e la prossima volta suo cognato starà più attento a quello che dice.