jorginho,-rigori-da-incubo:-da-specialista-azzurro-al-terzo-errore-di-fila

Amaro in bocca per gli Azzurri di Roberto Mancini. La Nazionale italiana di calcio impatta 1-1 allo stadio Olimpico di Roma contro la Svizzera e mette, ancor di più, in bilico la qualificazione ai prossimi Mondiali del 2022 che si disputeranno in Qatar. La rete di Widmer è stata pareggiata dalla zuccata realizzata da Di Lorenzo e, dopo un secondo tempo in costante proiezione offensiva, l’Italia ha avuto la più clamorosa delle palle gol a fine partita: Berardi si procura un calcio di rigore, ma Jorginho dal dischetto spara alto. Lo specialista dagli undici metri della compagine campione d’Europa in carica è al terzo errore di fila.

Incubo per Jorginho: l’Italia ha perso il suo specialista dal dischetto?

Un incubo che sembra non conoscere fine. Almeno con il colore azzurro della Nazionale di calcio. L’Italia aveva letto, per validissime ragione, Jorginho come re dei rigoristi di Roberto Mancini. Da specialista infallibile, però, il calciatore ex Napoli attualmente in forza al Chelsea sembra essere diventato inadatto a calciare il tiro da fermo assegnato con la massima punizione del mondo del calcio. È il terzo errore di fila per il centrocampista brasiliano naturalizzato italiano: il primo lo aveva sbagliato a Wembley nella lotteria dei calci di rigore poi vinta dagli Azzurri contro l’Inghilterra nella finale di Euro 2020, mentre il secondo non fu messo a segna a Berna, proprio nella gara d’andata contro la Svizzera. L’errore di oggi, il terzo di fila ed ancora una volta contro i rossocrociati, compromette terribilmente la strada della formazione campione d’Europa. È il caso di cambiare tiratore?

Seguici su Metropolitan Magazine

(Credit foto: Pagina Facebook Ufficiale Nazionale Italiana di Calcio)

L’articolo Jorginho, rigori da incubo: da specialista azzurro al terzo errore di fila proviene da Metropolitan Magazine.