Instagram lancia Reels, il suo clone TikTok, negli Stati Uniti

instagram-lancia-reels,-il-suo-clone-tiktok,-negli-stati-uniti

TikTok's 15 secondi di fama non è ancora finita , ma lascialo su Instagram per visualizzare una notifica e distogliere l'attenzione. La piattaforma sta lanciando ufficialmente Reels, il suo set di strumenti a lungo termine per creare e condividere video in formato breve.

Reels fornisce tutti i simboli di TikTok, integrati direttamente nella videocamera Instagram . C'è la lunghezza massima del video di (***************************************************) secondi. Ci sono strumenti di modifica come un timer, un conto alla rovescia e gli effetti della fotocamera. C'è la libreria di musica con licenza e tracce audio registrate dall'utente. C'è anche un nuovo spazio dedicato nella scheda Esplora in cui i rulli pubblicati vivranno, in tutta la loro gloria sonora a tutto schermo. Reels è disponibile per gli utenti di Instagram in più di 24 paesi, compresi gli Stati Uniti, a partire da oggi.

Per gentile concessione di Instagram

Il video breve non è una novità, ma è diventato impossibile ignorare dopo il successo di TikTok nell'ultimo anno. L'app, lanciata a livello globale in 100, da allora ha catturato l'attenzione di 50 milioni di utenti che si sono innamorati delle danze virali, delle sfide ginniche, delle routine comiche e della casualità di TikTok fornite da un algoritmo personalizzato . È diventata una forza culturale per l'introduzione di nuovi artisti e anche gli inserzionisti sono sempre più desiderosi di essere presenti. Altre app per i video in formato breve, come Dubsmash, Byte e Triller, sono emerse con formati simili. Anche la società madre di Instagram, Facebook, ha provato a replicare TikTok due anni fa con un'app autonoma chiamata Lasso, anche se non è mai decollata.

Instagram afferma che i suoi utenti hanno avuto sete per questo tipo di contenuto. Nell'ultimo mese, 23 la percentuale dei video caricati nel feed di Instagram erano 15 secondi o meno, dice la società. (Almeno alcuni di quei video erano originariamente TikToks, strappati da quell'app e ripubblicati su Instagram.) Con Reels, Instagram spera sia di ospitare quei video sia di abilitare “la prossima generazione di creatori di contenuti.”

Il team di prodotti di Instagram ha iniziato a testare i rulli l'anno scorso in Brasile. L'esperienza di Facebook con Lasso, che alla fine ha chiuso il mese scorso, si è dimostrata educativa. “Uno degli insegnamenti è stato che una nuova app autonoma, sebbene flessibile, richiede di creare un pubblico”, afferma Vishal Shah, responsabile del prodotto di Instagram. Costruire qualcosa all'interno di Instagram, che ha oltre un miliardo di utenti, è sembrato un ovvio passo successivo. Originariamente Reels è stato integrato in Stories, come estensione degli strumenti di creazione video esistenti di quella funzione. Presto, però, Instagram ha visto che non era adatto. La gente non voleva passare il tempo a creare aspiranti video virali che sono scomparsi in pochi 24 ore, e volevano che venissero scoperte da un pubblico al di là dei soli seguaci.

Ora gli utenti troveranno gli strumenti per creare bobine aprendo la fotocamera di Instagram. Le persone con account privati ​​possono condividere i loro rulli con le storie o i loro feed. Le persone con account pubblici possono pubblicarli nella sezione Reels della scheda Esplora, che mostra i video a un pubblico più ampio. “Il tono è che Reels è un modo per farti scoprire”, dice Shah. “È dove i tuoi contenuti possono trovare un pubblico, anche se non hai una base di follower.”

I rulli arrivano mentre il futuro di TikTok è in bilico. L'amministrazione del presidente Trump ha preso di mira l'app di proprietà cinese come

una potenziale minaccia per i cittadini sicurezza e ha minacciato di vietare completamente l'app o di forzarne la vendita a una società americana come Microsoft. Entrambe queste azioni potrebbero compromettere la crescita esplosiva dell'app, che è già stata vietata in India. I rulli sembrano promettere una semplice sostituzione: elimina TikTok, scarica invece Instagram.

Il piano di Instagram qui non è solo quello di sottrarre gli utenti da app come TikTok o mantenere i propri utenti coinvolti proprio dove si trovano siamo. Vuole anche costruire un nuovo set di creatori per la propria piattaforma. Instagram non ha intenzione di vendere annunci contro Reels in questo momento, ma non è necessario. Oggi più che mai, il business di Instagram dipende dalla sua economia dei creativi: le persone che riportano gli utenti all'app ogni giorno con le loro lezioni di fitness IGTV o le loro invidiabili storie di vita o le loro raccomandazioni per lo shopping. Con Reels, Instagram offre a un nuovo gruppo di persone la possibilità di diventare un creatore. “Non devi essere un creatore di contenuti professionali che modifica video sul tuo computer e poi li porta sul telefono”, afferma Shah. Con più strumenti video in-app, dice, “possiamo aiutare a scoprire quella prossima generazione di creatori.”

Se Instagram può evocare lo stesso tipo di creatività spontanea che gli utenti hanno portato per TikTok, si guadagna di più oltre alla prossima sfida di danza virale. Ma per coloro che sono preoccupati per la stretta di Facebook sui social media, Reels sembra un po 'troppo familiare. Per un po ', TikTok ha offerto una tregua, anche se aveva il suo set di preoccupante problemi. Forse era ancora possibile che una nuova app emergesse e prosperasse all'ombra dei giganti, se a abbastanza persone piacesse (e se spendesse quasi $ 1 miliardo di dollari sugli annunci di Facebook). Ora, con Facebook che clona ancora una volta la sua concorrenza, il panorama dei social media sembra un po 'più piatto.


Altre fantastiche storie CABLATE