Il principe Filippo, il marito 99enne della regina Elisabetta, è ancora in ospedale ed è stato sottoposto “con successo” a un piccolo intervento al cuore. Il duca di Edimburgo era precedentemente stato trasferito dal King Edward VII Hospital, dove aveva trascorso 13 notti dal ricovero, al poco lontano St Bartholomew’s Hospital di Londra, considerato uno degli ospedali più prestigiosi del Regno Unito e un centro d’eccellenza per le cure oncologiche e cardiologiche.

L’operazione cui è stato sottoposto Filippo

La nota di Buckingham Palace precisa in realtà che non si è trattata di una vera e proprio operazione quanto di “una procedura“. Non è ancora dato sapere per quanto tempo Filippo, al quale fu già introdotto uno stent nel 2011, resterà in ospedale. “Il Duca di Edimburgo” dice il comunicato, “è stato sottoposto con successo a una procedura al cuore per una preesistente condizione. Sua Altezza Reale resterà in ospedale per terapia, riposo e recupero per un certo numero di giorni“. Ricoverato per un malore in seguito a un’infezione, Filippo era stato portato al St Bartholomew’s Hospital per essere sottoposto a cure e a esami per un problema cardiaco preesistente.

Le accuse da Harry e Meghan

Mentre da palazzo arrivano continui aggiornamenti sullo stato di salute del marito di Elisabetta II, oltroceano Harry e Meghan Markle fanno parlare per un’intervista rilasciata a Oprah Winfrey che andrà in onda il 7 marzo sulla Cbs. Si attendono rivelazioni che potrebbero far tremare la Corona. La coppia ha parlato di Lady Diana e ha spiegato di aver lasciato il Regno Unito per scappare da un “ambiente tossico” dovuto alle ingerenze dei media e non solo:  “Non so come possono aspettarsi che dopo tutto questo tempo restiamo ancora in silenzio se c’è un ruolo attivo della ‘Firm’ nel perpetuare le falsità su di noi“, ha dichiarato la Markle. La Firm è uno dei nomignoli derisori con cui è chiamata la famiglia reale.