il-derby-lazio-roma-e-il-super-commissario-che-si-veste-da-ultras:-l’ultima-uscita-‘fuori-ruolo’-di-arcuri

Il derby Lazio-Roma e il super commissario che si veste da ultras: l’ultima uscita ‘fuori ruolo’ di Arcuri

domenico arcuri

L’uscita infelice di Domenico Arcuri che mescola calcio, Covid e politica: a volte, a costo di risultare meno popolari, ad attenersi al proprio ruolo

Emergenza Coronavirus, piano vaccinale, crisi di governo e chi più ne ha più ne metta. L’Italia e gli italiani hanno diverse cose, la maggior parte delle quali tutt’altro che divertenti, alle quali pensare in questo periodo. Tante le parole che frullano nella testa delle persone, molte delle quali preferiscono mordersela la lingua per non dire cose diversamente positive su ciò che sta accadendo nel Paese. Qualcuno però non perde occasione di dire la sua, anche quando magari sarebbe meglio evitare di valicare i confini del proprio ruolo.

coronavirus matteo bassettiPiccolo inciso: avete notato quanta popolarità hanno assunto virologi, esperti, governatori di regione e tutto quel gruppone di persone che ritroviamo ormai in ogni trasmissione tv, giornale o video sui social? Ormai se non spunta un Pregliasco o un Bassetti da qualche parte, o se Zaia/Bonaccini/De Luca non si collegano in diretta social la sera è inutile stare davanti allo scherom a perdere tempo: meglio uscire a farsi un giro. Ah già… il coprifuoco. Comunque, personalità senza dubbio di livello, che meriterebbero molto più spazio da togliere al trash del piccolo schermo, a patto che non si trasformino a loro volta in opinionisti da salottino tv, influencer e youtuber andando a perdere di vista la loro reale funzione.

Dunque, nella speranza di vedere Ilaria Capua su TikTok solo ed esclusivamente per convincere la gente a vaccinarsi, torniamo a noi. C’è chi non perde occasione di dire la sua su argomenti differenti da quelli di cui dovrebbe parlare. Domenico Arcuri, commissario straordinario per l’emergenza Coronavirus, coglie ogni opportunità utile per professare la sua fede giallorossa, tanto quanto Burioni quella laziale. A proposito del derby Lazio-Roma di domani sera, Arcuri ha risposto ad un giornalista: “spero ardentemente che la Roma vinca domani. Al derby mancano 25 ore, in questo modo miglioreremmo il nostro umore. Per il resto credo che 25 ore non basteranno, ma speriamo che il nostro umore continui a essere così vivo”.

Foto Getty / Paolo Bruno

Ad Arcuri basta l’esito favorevole del derby per cambiare umore, forse anche per dare un bel boost alla distribuzione e alla somministrazione dei vaccini e magari a dimenticare polemiche su banchi a rotelle, mascherine e app Immuni. Agli italiani no, indipendentemente dalla fede calcistica. Un’uscita fuori luogo che ha servito un assist d’oro addirittura a Claudio Lotito, che per una volta non si è trovato ‘dall’altra parte’ ed ha risposto a tono: “prendiamo atto che al commissario Arcuri non manca occasione per professare la sua fede calcistica. Ma quella di oggi è una battuta davvero infelice in un contesto totalmente sbagliato. Credo che il commissario straordinario abbia altre priorità per migliorare l’umore degli italiani che meritano tutti, indipendentemente dalla fede calcistica, rispetto e considerazione”. Del resto in Italia siamo tutti tifosi, tutti virologi e tutti commissari


Related Posts

Leave a Reply