il-beachwear-di-emamo-riparte-da-villa-necchi-campiglio

Emamò torna a nuotare. Il marchio italiano specializzato in costumi da bagno e abbigliamento fuori acqua ha scelto Villa Necchi Campiglio per presentare la collezione primavera/estate 2022 e voltare pagina. Fondato alla fine degli anni 90 nella provincia di Ancona, dal 2021 il marchio è controllato dalla società Pml che vede come azionista di maggioranza Viola Melpignano. Oggi Fabrizio Santucci ricopre il ruolo di AD mentre e Rina Mencarelli è la direttrice creativa. “Siamo tornati sul mercato a partire da questa stagione portando a casa una buona campagna vendita iniziata a settembre. Attualmente siamo presenti in circa cento store in Italia presenti anche in importanti località balneari come Capri e Forte dei Marmi”, spiega a Pambianconews Santucci. Per il momento il mercato interno e la Costa Azzurra sono i bacini principali di Emamò insieme a Fermani, Grecia, Francia e Montecarlo. Dal prossimo anno la label approccerà anche Spagna e Paesi Bassi cui seguirà Miami. Il manager conta di chiudere il 2023 con un fatturato di circa 2 milioni di euro e di arrivare a 5 milioni nel 2026. “Non abbiamo un azionista o un fondo aggressivo quindi puntiamo a una crescita graduale proponendo un prodotto di fascia premium 100% made in Italy”, dichiara Santucci.

Il costo dei costumi da bagno va dai 180 ai 250 euro, per i fuori acqua invece si parte dai 550 euro fino a un massimo di 750 euro. La collezione, in vendita anche online, include tra le 80 e le 100 proposte a stagione, oltre ad alcuni accessori. “Abbiamo scelto Villa Necchi Campiglio a Milano perché è stata la prima dimora unifamiliare in città a poter vantare una piscina privata ed è il palcoscenico ideale per riportare sotto i riflettori il brand. Il punto di partenza del nostro rilancio è il dna di Emamò, che fonde creatività, lartigianalità e l’innovazione. Il primo passo è stato quello di tornare a produrre internamente i campionari, successivamente ci siamo occupati della manifattura e infine abbiamo messo in moto una nuova squadra di distributori e agenti Per la prossima stagione introdurremo anche il kidswear”. L’evento è stato pensato secondo la modalità see now-buy now, con i capi presentati durante lo show già disponibili online in selezionate boutique.

Oltre ai modelli bianchi e neri, protagonisti dell’heritage del brand, la collezione ha aggiungono tutte le sfumature dei colori della natura, dal nocciola dell’arido deserto, fino al verde brillante dei campi in fiore. Presenti anche i caftani, da sempre capi best seller dell’offerta di Emamò.  Quello di ieri è stato il primo di una serie di appuntamenti nell’agenda di Emamò, che si svilupperanno nel corso dei prossimi mesi per dare sostanza al rilancio del marchio.

Leave a Reply