granola-fatta-in-casa:-ricetta,-ingredienti-e-consigli-utili

Se apprezzate questo superfood, ideale per una colazione sana ed energetica, apprezzerete anche la nostra ricetta della granola fatta in casa.

Ultimamente, si sente parlare spesso della granola. Un prodotto abitualmente consumato nei Paesi anglosassoni e che, di recente, sta prendendo piede anche da noi in Italia.Si tratta di un mix composto da fiocchi di avena, frutta secca e disidratata e miele. Perfetta a colazione, insieme al latte freddo o allo yogurt, è un alimento sano e ricco di preziosi nutrienti.

Dona una buona dose di energie, necessarie per affrontare la giornata, ma non appesantisce. Si può preparare anche da soli. In questo modo, oltre agli ingredienti base, la si può ulteriormente arricchire. In base ai gusti personali o specifiche esigenze di salute, è quindi possibile realizzarne una personalizzata, secondo la ricetta che più ci piace. Andiamo quindi a scoprire cosa serve e come si prepara.

Cos’è la granola

Questo mix croccante a base di fiocchi d’avena, frutta secca, frutta disidratata e miele (o sciroppo d’acero). è un prodotto salutare, perfetto per la colazione e da consumare con latte o yogurt.

È nutriente e non appesantisce. Inoltre, è naturalmente priva di glutine. Anche chi soffre di celiachia la può mangiare con tranquillità.

Cosa contiene la granola

Vediamo quali sono gli ingredienti base da cui è composta.

  • Fiocchi d’avena, utili per dare la giusta dose di energia
  • Frutta secca: ottima fonte di grassi “buoni”, è possibile scegliere tra un mix vario di frutta secca (mandorle, noci, nocciole, noci pecan, anacardi…) oppure usarne solo una tipologia
  • Frutta disidratata come uvetta disidratata, albicocca o prugne secche, cranberry, zenzero o mirtilli essiccati… donano un tocco dolce e apportano anche una piccola quantità di zuccheri
  • Miele, olio o sciroppo di acero, servono per compattarla

Che differenza c’è tra muesli e granola

Spesso confusi, sono due alimenti differenti. Di fatto, gli ingredienti base che costituiscono la miscela sono effettivamente gli stessi: avena e frutta secca e disidratata. Tuttavia, ciò che fa la grande differenza sono tre fattori:

  • la preparazione: il muesli viene consumato al naturale mentre la granola va cotta in forno
  • un ingrediente: nella granola è prevista l’aggiunta di miele, olio, sciroppo d’acero, sciroppo di agave o altri prodotti simili, utili per fungere da collante e mantenere insieme il resto degli ingredienti
  • la modalità di consumazione: il muesli può essere gustato sia freddo che caldo, ad esempio nel porridge; mentre per la granola, andrebbero preferite le preparazioni fredde, come il latte, vaccino o vegetale (di riso, di mandorla, di soia, di cocco…), oppure lo yogurt

Entrambi sono perfetti da consumare a colazione.

Granola fatta in casa

Preparare in casa la granola è piuttosto semplice. Qui di seguito andremo a spiegare come si prepara la versione base. Tuttavia, come già accennato, è poi possibile arricchire il composto con ingredienti a scelta per sbizzarrirsi e divertirsi nel creare combinazioni e gusti sempre nuovi.

  • 700 gr di fiocchi d’avena
  • 70 gr di mandorle
  • 70 gr di nocciole
  • 70 gr di anacardi
  • 50 gr di frutti rossi disidratati
  • 50 gr di uvetta
  • 130 gr di miele
  • 130 gr di sciroppo d’acero
  • 25 gr di olio vegetale
  • 1/2 bicchiere di acqua

Preparazione. In una ciotola versate avena, frutta secca e disidratati. Cospargete d’olio, miele, sciroppo d’acero e acqua. Mescolate e distribuite su una teglia rivestita con carta forno. Aiutandovi con il dorso di un cucchiaio bagnato, livellate il tutto in modo da creare uno strato uniforme. Infornate nel forno già caldo a 160° e cuocete per 20 minuti. Giratela con il cucchiaio e infornate nuovamente, cuocendo per altri 20-30 minuti, finché non risulterà bella croccante. Se vedete che si tende a bruciacchiare, copritela con foglio di alluminio. Fate raffreddare e poi spezzettate con le mani.

granola fatta in casa
Una volta preparata la granola, potrete conservarla in contenitori di vetro con chiusura ermetica.

Granola fatta in casa senza zucchero

Eliminando gli ingredienti più zuccherini, come miele e i sciroppi, otterremo una granola con poco zucchero, o totalmente priva di zucchero.

Un valido aiuto per tenere a bada i valori di colesterolo e trigliceridi nel sangue in maniera naturale.

Granola fatta in casa al cioccolato

Vediamo ora una variante che i più golosi apprezzeranno di certo, quella al cioccolato, indicata per chi non ha problemi di peso. Per prepararla ci servono:

  • 200 gr di fiocchi di avena
  • 50 gr di farro soffiato
  • 30 gr di noci
  • 30 gr di nocciole
  • 30 gr di mandorle
  • 30 gr di mirtilli rossi
  • 80 gr di cioccolato fondente
  • 50 gr di zucchero di canna
  • 40 ml di olio di riso
  • 50 ml di acqua
  • 1 cucchiaio di miele

Preparazione. In un pentolino fate bollire l’acqua con lo zucchero e il miele. Nel frattempo tritate grossolanamente noci e mandorle. Quando l’acqua sarà raffreddata, accendete il forno a 150° e rivestite una teglia con della carta forno. Preparate la miscela unendo insieme tutti gli ingredienti elencati, continuano sempre a mescolare, prima con acqua e zucchero, poi con il miele e infine con l’olio di riso. Una volta che il composto sarà ben amalgamato, stendete sulla teglia e infornate. Fate cuocere per circa 50 minuti. Sarà pronta per essere consumata una volta fredda.

Granola proteica fatta in casa

Una volta che si conosce la preparazione base, è possibile preparare tantissime ricette. Chi ha uno stile di vita attivo e fa sport, potrebbe optare per la versione proteica, che è utile anche per chi segue una dieta vegetariana o vegana. Vediamo quali ingredienti sono necessari.

  • 100 gr di fiocchi d’avena
  • 25 gr di farro soffiato
  • 30 gr di noci
  • 30 gr di anacardi
  • 30 gr di semi di canapa
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna
  • 30 gr di albicocche disidratate
  • 2 cucchiai di sciroppo d’agave
  • 1 cucchiaio di olio di semi vari
  • 50 ml di acqua
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di cannella (facoltativa)

Preparazione. Basterà seguire i passaggi delle ricette precedentemente descritte. A cambiare, infatti, sono soltanto gli ingredienti.

Granola fatta in casa light

Ed ecco infine la ricetta light, indicata per chi è a dieta e deve mantenere il peso sotto controllo.

  • 50 gr di grano saraceno in chicchi
  • 150 gr di fiocchi di avena integrali
  • 80 gr di mandorle
  • 40 gr di nocciole
  • 3 prugne secche
  • 1 cucchiaio di olio extra-vergine d’oliva
  • 1 pizzico di sale

Preparazione. Prendete un coltello e tagliate grossolanamente le mandorle e le nocciole. Versate quindi in una ciotola i fiocchi d’avena, il grano saraceno e il pizzico di sale. Nel frattempo, frullate le prugne secche con un paio di cucchiai d’acqua e unitele al resto degli ingredienti. In ultimo, aggiungete l’olio e date una mescolata. A questo punto, stendetela in un unico strato su una teglia foderata con carta forno e fate cuocere in forno per 20 minuti a 170°. Se durante la cottura notate che stia per bruciare o inizi a prendere troppo colore, coprite con un foglio di alluminio e proseguite la cottura.

Variante in padella della granola fatta in casa

Per una cottura più veloce (qualunque ricetta scegliate), potete procedere anche con la cottura in padella anziché nel forno.

Basta semplicemente cominciare facendo scaldare l’acqua con l’olio, lo zucchero e gli eventuali sciroppi.

Mescolate bene e poi aggiungete tutti gli altri ingredienti. Proseguite la cottura a fiamma moderata per 10-15 minuti, mescolando di tanto in tanto, fino a quando il composto sarà asciutto e dorato.

Spegnete il fuoco e fate raffreddare del tutto prima di riporla in un barattolo.

Quanto dura la granola fatta in casa

Va conservata in contenitori di vetro con chiusura ermetica. Mediamente, può durare un paio di settimane.

Consigli e suggerimenti per la preparazione della granola fatta in casa

  • Potete utilizzare altri cereali come orzo, farro o miglio soffiato, oppure cornflakes, in alternativa ai fiocchi di avena, ma evitate la crusca perché fa perdere la caratteristica croccantezza.
  • Rimescolare l’impasto anche più di una volta, così si avrà una cottura omogenea.
  • Potete variare la frutta secca, i semi e la frutta disidratata, ma l’importante è mantenere sempre le giuste proporzioni.
  • Potete aggiungere spezie o aromi (cannella, cardamomo, vaniglia, scorza di limone, scorza di arancia).

Quando mangiare la granola fatta in casa

Di solito si mangia a colazione perché dona la giusta dose di energie per affrontare la giornata, ma va bene anche come snack nel primo pomeriggio o metà mattina.

Per un’ottima consumazione va abbinata a prodotti freddi per non andare a perdere la sua tipica croccantezza. Sono quindi perfetti il latte vaccino ed il latte vegetale, lo yogurt. Per un pasto più completo, potrete aggiungere anche della frutta fresca tagliata a cubetti (mela, pera, kiwi, fragole, banana, mirtilli…).

Per una versione più golosa, arricchite il composto con gocce di cioccolato.

granola fatta in casa
L’ideale per una colazione sana e nutriente!

Altre ricette e approfondimenti consigliati

Se ti è piaciuto tutto sulla granola fatta in casa, potrebbero interessarti anche le proprietà dei semi:

Leave a Reply