Gianluigi Martino diffida Valeria Marini dopo lo scontro a Live! – Non è la d’Urso

Gianluigi Martino contro Valeria Marini

Non c’è fine alla diatriba che da mesi vede impegnati Valeria Marini e l’ex fidanzato nonché manager Gianluigi Martino. Dopo la notizia della rottura, mai veramente commentata dalla showgirl, e i tentativi di lui nel dare una spiegazione all’improvviso accaduto, la coppia si era ritrovata negli studi di Live! – Non è la d’Urso per un confronto nel mitico ascensore.

Peccato che all’arrivo in studio, mentre lui l’attendeva con impazienza già in postazione, Valeria abbia deciso di tirarsi indietro sotto gli occhi sbalorditi della conduttrice. In collegamento a pochi metri di distanza, tuttavia, la Marini non ha comunque mancato di scagliare gravi accuse verso Martino.

L’ex primadonna del Bagaglino ha anzitutto negato che sua madre Gianna abbia a che fare con i loro dissidi. Piuttosto, ha lasciato intendere che la causa scatenante la rottura sarebbe stata una pretesa aggressione fisica. “Ho solo chiuso un rapporto perché ho subito un’aggressione,” rivelava in diretta Valeria, “e tu lo sai bene!”.

Martino è apparso stralunato di fronte alle parole dell’ex compagna, che non paga ha aggiunto: “(Nell’ascensore, ndr) ci vado con la corazza, sennò mi prendo le mani addosso com’è già stato.

Inevitabile quindi la reazione del manager calabrese, che ha scelto di lanciare un avvertimento alla ex.

Valeria Marini diffidata

Al fine di salvare il proprio buon nome di fronte all’opinione pubblica che ormai, anche grazie a Valeria, lo conosce molto più di prima, Gianluigi Martino ha diffidato la Marini.

In realtà, nel dibattito nato seppur a distanza con la showgirl, il manager aveva immediatamente respinto ogni insinuazione ai suoi danni. Tuttavia ora, considerata la risonanza mediatica della sede da cui sono partiti gli attacchi, Martino ha preferito mettere alle strette la sua contendente.

Se entro una settimana la Marini non s’impegnerà a ritrattare le provocatorie dichiarazioni rilasciate a Live! – Non è la d’Urso, Gianluigi Martino si vedrà costretto a procedere per vie legali. Si legge infatti nella diffida:

“La invitiamo a rettificare e ritrattare quanto da lei riferito entro 7 gg. dalla presente, con mezzi idonei a garantire a detta rettifica la stessa risonanza mediatica avuta dalle dichiarazioni del 31 gennaio, nonché a cessare qualsiasi condotta diffamatoria nei confronti del nostro assistito. In difetto, il Sig. Martino si vedrà costretto a tutelare le proprie ragioni nelle opportune sedi, sia civili che penali”.

Per ora, almeno, da parte di Valeria tutto tace. Quali saranno i prossimi sviluppi?

Novella 2000 © riproduzione riservata.

Related Posts

Leave a Reply