Gerry Scotti innamorato della nipote Virginia: “Non vedo l’ora di poterla sbaciucchiare liberamente”

Gerry Scotti è inevitabilmente già innamorato alla folliea della sua nipotina Virginia e racconta la sua nuova vita da nonno in una intervista con Tv Sorrisi e Canzoni. La piccola, nata lo scorso 15 dicembre, è frutto dell’amore tra Edoardo Scotti, l’unico figlio del conduttore di Canale 5 (in tv fece con il padre Lo show dei record), e sua moglie Ginevra Piola. Addirittura, dopo il brutto periodo del ricovero a causa del Covid, Scotti ammette che la gioia per la nascita della bimba è stata fondamentale: “L’adrenalina per l’arrivo della piccola Virginia mi ha aiutato più di qualsiasi medicina“.

L’omaggio del nome al nonno Virginio “Gerry” Scotti

La bimba è stata chiamata così proprio in onore del celebre nonno, che all’anagrafe è Virginio (nome a sua volta ereditato da uno zio: Scotti si faceva chiamare Gerry da adolescente e adottò definitivamente il nome d’arte in radio, dopo un breve periodo in cui si fece chiamare Gary). “Loro sapevano che ci tenevo ma non volevo obbligare né mio figlio né tantomeno sua moglie a esaudire un mio desiderio“, ha spiegato il presentatore, “Già avere una nipotina era un regalo bellissimo! Per un po’ hanno citato anche altri nomi, poi ho visto una serie di sorrisi complici tra gli sposi, e ho scoperto la scelta, senza pressioni mie. Sono molto contento perché è un modo di far rivivere il nome che con me non ha “vissuto”, visto che dai 13 anni io sono per tutti Gerry! È anche molto più bello declinato al femminile“. Scotti ha spiegato che vede spesso la nipote, pur con tutte le limitazioni per il Covid.

Dopo i primi giorni in cui sono andato a vederla abbastanza di frequente, ho cercato di non “intasare” le visite perché eravamo sotto Natale e c’erano tanti parenti e amici che volevano vedere la bambina. Evitavo di aggiungermi se c’erano degli ospiti. Adesso che siamo a due mesi di vita di Virginia sto andando un po’ più spesso, sempre rispettando le regole. Ci togliamo le scarpe, laviamo con cura le mani, le disinfettiamo con il gel e teniamo la mascherina. Ha tutto un sapore particolare, di quest’epoca. E sì, le ho dato un bacino sulla testolina, ma vista la situazione cerco di evitare, aspettando il momento in cui potrò sbaciucchiarla liberamente!

Gerry Scotti vuoe già un altro nipote

Gerry Scotti è sempre stato discreto sulla sua vita privata e finora ha mostrato solo una foto con sua nipote Virginia, senza inquadrare direttamente la bambina. In compenso, è tutt’altro che avaro di parole per la piccola erede, ammettendo emozionato che va a riguardarsi continuamente la prima foto della piccola. Inoltre, sogna già un altro nipote.

La vedo reagire alle luci, ai suoni, ai rumori. Secondo mio figlio e mia nuora riconosce la mia voce perché dalla prima sera in cui è tornata a casa ha sempre fatto la poppata delle 19 sentendo “Caduta libera”. Loro ci scherzano su, ma poi i piccoli queste cose le ricordano. Probabilmente lei mi ricorderà istintivamente per la voce e la fame! Essendo io un buongustaio, siamo a posto! Mi sono anche illuso che quando le parlo da vicino, lei giri la testa come a riconoscermi. C’è da dire che mi ero già illuso con mio figlio, che la prima parola che ha detto è stata “pappa” e non “papà”. (…) Credo di aver viziato un pochino Edoardo: ha avuto qualche vantaggio ma non mi ha mai chiesto cose folli. Però qui c’è un rischio: io sono un po’ più vecchio, un po’ più tenero, lei è una bambina… sta ai genitori evitare che la vizi troppo. (…) In realtà do loro un consiglio: bisogna farne subito un altro di bambino! Forza ragazzi, datevi da fare! Così io potrò dividere i vizi su due nipoti.

Related Posts