federica-pellegrini,-la-foto-in-ascensore-con-matteo-giunta-fa-infuriare-i-fan:-“maleducati”

Quello che probabilmente voleva essere uno scatto simpatico, si è in fretta trasformato in oggetto di polemica e critica sul web. Federica Pellegrini ha pubblicato sul suo profilo Instagram un selfie in ascensore insieme al marito Matteo Giunta mentre posano felici in pose ed espressioni buffe. Tuttavia, non tutti hanno apprezzato il post che presto si è riempito di critiche e frasi di disappunto. Ma perché?

LEGGI ANCHE > Schiaparelli nella bufera per gli abiti con le teste di felino: arriva la difesa di PETA

Federica Pellegrini ascensore: lo scatto con Matteo Giunta pubblicato su Instagram

Federica Pellegrini ha postato nelle scorse ore uno scatto sul suo profilo Instagram, un selfie allo specchio dell’ascensore con il marito Matteo Giunta. Nella descrizione l’ex campionessa di nuoto ha scritto: “Domeniche in famiglia” accompagnato da un emoticon di un cuore in fiamme. Non è però la descrizione del post ad aver creato un vero e proprio putiferio bensì la posa assunta dai due: Federica infatti ha la gamba alzata e con lo stivale a tacco alto è appoggiata alla parete dell’ascensore mentre Matteo fa finta di leccarle la scarpa.

LEGGI ANCHE > Chiara Ferragni commenta il caso del neonato morto soffocato: “Anche io ho rischiato”

Federica Pellegrini Instagram: i commenti dei followers allo scatto in ascensore

Ciò che doveva sembrare uno scatto ironico e simpatico non è stato accolto alla stessa maniera da alcuni followers che prontamente hanno criticato la coppia. Qualcuno ha scritto: “E gli altri condomini ringraziano per l’impronta in ascensore…” in riferimento a Federica che nello scatto appoggia lo stivale proprio sulla parete; un altro ha sentenziato: “Siete proprio due maleducati”. Qualcuno ha anche commentato la natura dello scatto affermando che questa è “una foto assolutamente demenziale”; e si potrebbe andare avanti nell’elenco. Insomma, Federica e Matteo questa volta non sono stati capiti nella loro ironia e, anzi, hanno provocato proprio l’effetto contrario.