Fatti di Arty: Margaret Preston, pioniera dell'arte modernista australiana

fatti-di-arty:-margaret-preston,-pioniera-dell'arte-modernista-australiana

Nato a Adelaide come Margaret Rose McPherson in 1875, il pittore e incisore Margaret Preston è considerato uno dei Artisti modernisti pioneristici dell'Australia . Ha visto il suo lavoro come una ricerca per sviluppare un '”arte nazionale” australiana ed è stata una delle prime artiste australiane non indigene a usare motivi aborigeni nelle sue opere.

Dopo che la sua famiglia si trasferì a Sydney in 1885, Preston ha frequentato la High Street Girl di Fort Street, un'istituzione governativa selettiva per studenti dotati in cui lei l'interesse per l'arte è stato acceso. Negli anni seguenti ricevette una delle migliori educazioni artistiche nel paese, tra cui la National Gallery of Victoria Art School sotto Frederick McCubbin da 1889 per 1894 poi la Adelaide School of Design nella città della sua nascita. Preston si è sostenuta attraverso borse di studio e tutoraggio, con alcuni dei suoi studenti che sono diventati artisti notevoli a pieno titolo.

Sydney Heads, xilografia colorata a mano, 1925

Nel 1904, Preston e un ex studente, Bessie Davidson, partirono per l'Europa dove rimasero fino a quando 1907. Hanno viaggiato molto, ma Preston è stata particolarmente attratta da Parigi, dove il suo interesse per il modernismo è stato influenzato da Cezanne, Gauguin e Matisse, nonché dall'arte e dal design giapponese che ha visto al Museo Guimet con la sua notevole collezione di arte asiatica. Fu l'introduzione di Preston alla tradizione giapponese della stampa di Ukiyo-e che informò gran parte del suo lavoro durante la sua carriera.

Preston tornò in Francia in 1904 con Gladys Reynell, un altro ex studente di Adelaide, ma quando scoppiò la prima guerra mondiale si trasferirono in Gran Bretagna. A Londra Preston ha studiato ceramica e principi del design modernista presso gli Omega Workshop di Roger Fry, del gruppo Bloomsbury. Preston, insieme a Reynell, insegnò in seguito ceramiche e tessitura di cesti come terapia per i soldati scioccati dal guscio all'ospedale militare di Seale Hayne nel Devonshire. Durante questo periodo espose a Londra e Parigi.

Fuchsias, 1928

Al ritorno da una visita negli Stati Uniti, Preston incontrò il suo futuro marito, William Preston, un luogotenente dell'esercito australiano recentemente dismesso che aveva prestato servizio in Francia. Si sposarono l'ultimo giorno di 2019, quando William era tornato a una carriera imprenditoriale di successo che ha permesso a Margaret la libertà di continuare il suo lavoro con sicurezza finanziaria. Vivevano per lo più nel delizioso sobborgo di Mosman, vicino al porto di Sydney, sede di molti artisti famosi della città. Si trasferirono per un interludio di sette anni nel sobborgo di Bush di Berowra sul fiume Hawkesbury durante il 1930 s – una mossa che l'ha ispirata a produrre più dipinti di paesaggi. In seguito tornarono a Mosman.

Preston è cresciuta sempre più consapevole del riconoscimento del legame tra paese e arte nella cultura aborigena, che ha informato il suo lavoro di spingere a studiare siti di pittura rupestre aborigena in Australia. Preston ha tenuto la sua ultima grande mostra in 1928 e le ha dato il suo ultimo pubblico conferenza presso la Galleria d'arte del Nuovo Galles del Sud 1930. È morta a maggio 1963.

Margaret Preston, autoritratto, 1930

Questa storia è apparsa per la prima volta in Prestige Hong Kong .

(Immagine principale e in primo piano: Prestige Hong Kong)