eurozona,-a-febbraio-retail-a-+5%

Crescono, seppur timidamente le vendite al dettaglio in Europa. Nel mese di febbraio il tasso di crescita del retail destagionalizzato si è rivelato leggermente più alto del previsto, secondo l’Eurostat attestandosi, nei 19 Paesi membri che condividono l’euro, a +0,3% su base mensile e +5% su base annua.

Un dato che sale a +5,4% nell’intera Unione europea. Nello specifico, i prodotti non food, tra cui anche la moda, hanno segnato una crescita congiunturale dello 0,8% e tendenziale (anno su anno, rispetto a febbraio 2021) del 9,3 per cento. A gennaio 2022 il volume del commercio al dettaglio era aumentato dello 0,2% nell’eurozona e dello 0,5% nell’Ue.

Tra gli Stati membri di cui sono stati divulgati i dati, gli aumenti mensili più elevati sono stati registrati in Slovenia (+8,0%), Paesi Bassi (+4) e Portogallo (+2,3 per cento).

I cali più sensibili sono stati osservati invece in Belgio (-1,8%), Estonia (-1,7%) e Polonia (-1,6%). La Germania ha fatto registrare un +0,3%, la Francia un -0,6%, mentre per l’Italia il dato non è è stato reso disponibile.

Leave a Reply