Eprex: indicazioni, effetti collaterali e uso in gravidanza dell’Epoetina Alfa.

eprex:-indicazioni,-effetti-collaterali-e-uso-in-gravidanza-dell’epoetina-alfa.

Eprex: cos’é? a cosa serve? quali effetti collaterali? Si può usare in gravidanza e allattamento? Tutto sull’Epoetina Alfa.

Eprex è un farmaco a base di epoetina alfa, una proteina che stimola il midollo osseo a produrre più globuli rossi, cellule che trasportano l’emoglobina (una sostanza in grado di trasportare ossigeno).

Epoetina alfa è una copia dell’eritropoietina umana ed agisce nello stesso modo.

Indicazioni.

Eprex è usato per il trattamento dell’anemia sintomatica causata da insufficienza renale in:

  • bambini in emodialisi;
  • adulti in emodialisi e dialisi peritoneale;
  • adulti con anemia grave non ancora sottoposti a dialisi.

E’ prescritto per stimolare il midollo osseo a produrre più globuli rossi.

Effetti collaterali.

Come tutti i medicinali, EPREX può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le persone li manifestino. Informi subito il medico o l’infermiere se dovesse comparire uno qualsiasi degli effetti elencati qui di seguito.

Effetti indesiderati molto comuni

Si manifestano in più di 1 paziente su 10 che utilizzano EPREX

  • Diarrea;
  • Sensazione di malessere allo stomaco;
  • Vomito;
  • Febbre;
  • Congestione del tratto respiratorio, come naso chiuso e mal di gola, è stato riportato in pazienti con malattia renale non ancora sottoposti a dialisi.

Effetti indesiderati comuni.

Si manifestano fino a 1 paziente su 10 che utilizzano EPREX

  • Innalzamento dei valori pressori. Mal di testa (specialmente se improvviso, acuto e simile all’emicrania), o stato confusionale, oppure convulsioni. Questi possono essere segni di improvviso aumento della pressione sanguigna, evento che richiede un trattamento immediato. L’aumento di pressione può richiedere un trattamento con farmaci (o un aggiustamento della dose dei farmaci che già assume per la pressione alta).
  • Coaguli di sangue (incluso trombosi venosa profonda ed embolia) che possono richiedere un trattamento urgente. I sintomi possono essere dolore toracico, affanno, rigonfiamento doloroso degli arti inferiori e rossore, solitamente nelle gambe.
  • tosse.
  • Irritazione cutanea che può essere causata da una reazione allergica.
  •  Dolore osseo o muscolare.
  • Sindrome simil-influenzale, come mal di testa, indolenzimento e dolore alle articolazioni, senso di debolezza, brividi, stanchezza e capogiri. Queste reazioni sono più comuni all’inizio del trattamento. Se avverte questi sintomi durante l’iniezione in vena, una somministrazione più lenta può aiutare ad evitarli in futuro.
  •  Rossore, bruciore e dolore al sito di iniezione.
  •  Gonfiore alle caviglie, piedi o dita.

Effetti indesiderati non comuni.

Si manifestano fino a 1 paziente su 100 che utilizzano EPREX

  • Alti livelli di potassio nel sangue che possono causare un anormale ritmo cardiaco (questo è un effetto indesiderato molto comune nei pazienti in dialisi).
  •  Convulsioni;
  • Congestione del naso o delle vie aeree.

Effetti indesiderati molto rari.

Si manifestano fino a 1 paziente su 10.000 che utilizzano EPREX

  • Sintomi di Aplasia Pura delle Cellule della Serie Rossa (PRCA). PRCA significa incapacità di produrre sufficienti globuli rossi nel midollo osseo. La PRCA può causare una grave ed improvvisa anemia, i cui sintomi sono:
  • stanchezza insolita,
  • senso di vertigine,
  • affanno.

Uso in gravidanza e allattamento.

È importante riferire al medico se una delle seguenti condizioni si riferiscono a lei. Lei può ancora usare EPREX ma ne discuta prima con il medico:

  •  Se è in gravidanza, o pensa di poterlo essere.
  •  Se sta allattando.

L’articolo Eprex: indicazioni, effetti collaterali e uso in gravidanza dell’Epoetina Alfa. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.