diversity-media-awards-2021:-annunciati-premi-e-riconoscimenti

Diversity Media Awards 2021: annunciati premi e riconoscimenti

Diversity Media Awards

Oggi si è tenuta la videoconferenza stampa onlineDiversity media report & Diversity media awards 2021,  a cui ha partecipato l’assessore alle Politiche sociali e abitative Gabriele Rabaiotti. L’iniziativa è realizzata con il supporto della Rappresentanza a Milano della Commissione Europea, il patrocinio del Comune di Milano, il sostegno del Comitato Interministeriale per i Diritti Umani e grazie al supporto di aziende come Airbnb, Google, Diesel. Diversity Media Report è la ricerca annuale sulla rappresentazione dei temi di genere e identità di genere, età, orientamento sessuale e affettivo, disabilità ed etnia, nei media italiani (gennaio – dicembre 2020) condotta da Diversity in collaborazione con l’Osservatorio di Pavia.

Stasera ultima puntata del Venus Club: protagoniste Iva Zanicchi e Mara Maionchi|LEGGI

Diversity Media Awards è il primo riconoscimento europeo promosso da Diversity per premiare contenuti e personaggi che, nel corso del 2020, si sono distinti per una rappresentazione valorizzante ed inclusiva delle persone per temi di genere e identità di genere, orientamento sessuale e affettivo, età, disabilità ed etnia, sui diversi media nazionali (cinema, tv, radio, stampa, web, informazione, pubblicità). L’assessore Rabaiotti si è complimentato per l’iniziativa dicendo “La ricerca che accompagna ogni volta Diversity ci rende più forti, perché ci porta ad un avvicinamento verso ciò che è diverso e non conosciamo. Il confronto serve a conoscerci”. È intervenuta anche Laura Ambrosino, responsabile Media & comunicazione – Commissione europea Rappresentanza a Milano riportando alcune delle iniziative messe in atto dal loro, come la redazione di un elenco di simboli estremistici da bandire dalla piattaforme social.

Diversity Media Awards vincitori
Foto: Ufficio Stampa

Giancarlo Magalli lascia I Fatti Vostri: il testimone passa ad Anna Falchi|LEGGI

Monia Azzalini, responsabile del settore Media e gender dell’Osservatorio di Pavia e coordinatrice del Diversity media report – informazione ha riportato i dati raccolti del 2020: “L’attenzione riservata alle 5 diversity (generazione, etnia, genere, disabilità LGBT+) ha interessato 7.205 notizie totali, alcune delle quali riprendevano anche il tema del Covid. Il tema delle generazioni è quello che è andato per la maggiore, seguito dal tema etnie. Il 17% delle notizie totali registrate dall’Osservatorio trattano di diversity, 6 punti in meno rispetto al 2019 perché il tema Covid ha assorbito molta attenzione. Disabilità e LGBT+ sono i temi che hanno subito un calo inferiore perché poco toccati dalla pandemia”.

Stasera ultima puntata del Venus Club: protagoniste Iva Zanicchi e Mara Maionchi |LEGGI

Francesca Vecchioni, Presidente di Diversity e ideatrice dei Diversity Media Awards e il conduttore Diego Passoni, si sono espressi: “L’anno 2020 è stato caratterizzato dalla pandemia, questo ha condizionato la creazione dei prodotti dei vari Media (Film, Serie TV, Pubblicità). Per includere le persone nelle trasmissioni si è inserito un registro facilitatore, invece che di grandi trame si parla di relazioni che aiutano ad empatizzare e a non sottolineare le diversità. È tornato il tema del genere, si trovano prodotti che sono sempre più liberi, che parlano delle persone sotto ogni sfaccettatura della personalità. L’unica problematica che vogliamo sottolineare è che c’è un po’ poca fiducia verso il pubblico, ci si rivolge solo ai giovani, c’è mancanza di coraggio da parte di chi produce”.

A Milano arriva il caffè al gusto.. “Chiara Ferragni”|LEGGI

Diversity Media Awards vincitori: annunciate le categorie delle nomination di quest’anno, il tema della generazione va per la maggiore

Per quanto riguarda le Nomination, aperte da oggi fino al 25 Giungo, le categorie sono: Miglior Film, Miglior Serie TV Italiana, Miglior Serie TV Straniera, Miglior Programma TV, Miglior Programma Radio, Miglior Campagna Pubblicitaria, Personaggio dell’anno, Creator dellanno, Miglior prodotto digitale e Miglior Serie Kids. Durante l’evento saranno attribuiti anche i riconoscimenti all’informazione: Miglior TG, Miglior Articolo Stampa Quotidiani, Miglior Articolo Stampa Periodici, Miglior Articolo Stampa Web. Quest’anno c’è anche un premio speciale destinato a Mattarella che grazie al suo linguaggio inclusivo ha riunito tante persone diverse in un periodo molto difficile.

Related Posts