dall’iraq-al-tempest.-l’incontro-di-guerini-con-ben-wallace

“Un incontro intenso e molto positivo, che ha confermato la strategicità della relazione tra Regno Unito e l’Italia”. Così il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, ha definito il colloquio avuto oggi a Roma con il segretario di Stato alla Difesa del Regno Unito, Ben Wallace. L’incontro, che segue quelli avvenuti il 15 settembre a Londra e l’11 giugno a bordo della portaerei italiana Cavour ormeggiata ad Augusta, è stato il momento per fare il punto sulla situazione internazionale, sulla cooperazione bilaterale e sulla collaborazione nel settore dell’industria. “C’è una lunga tradizione di cooperazione nel settore della Difesa tra i due Paesi – ha proseguito Guerini – con programmi di successo già operanti e ottime prospettive di collaborazione”.

LA STABILITÀ DEL MEDITERRANEO ALLARGATO

Tanti i temi in agenda, a partire dalle criticità di sicurezza nell’area intorno all’Europa e non solo. Gli interessi di sicurezza italiani e britannici nel Mediterraneo convergono sulle stesse regioni, a partire dalla Libia, con il ministro che ha sottolineato lo storico interesse dell’Italia per la stabilità nel Medio oriente, un’area ritenuta di interesse strategico non solo nazionale, ma anche per la sicurezza europea e transatlantica”. Inoltre, l’Italia assumerà a partire dal prossimo anno il comando della missione Nato in Iraq, regione strategica per entrambi i Paesi. “Cercheremo di dare nuovo impulso ed efficacia alla missione, nel rispetto delle decisioni che saranno prese dal nuovo esecutivo”, ha affermato Guerini.

LEZIONI AFGHANE

Un capitolo a parte è stato sull’Afghanistan e sulle lezioni apprese dall’evacuazione del Paese. In particolare, i due ministri hanno espresso tutta la loro preoccupazione per il rapido deteriorarsi delle condizioni di sicurezza all’interno dello Stato asiatico, con l’attenzione dell’Italia che rimane elevata soprattutto per quanto riguarda le condizioni di vita ed il rispetto dei diritti essenziali della popolazione. “La Difesa italiana – ha precisato Guerini – continua a garantire il proprio supporto anche per la prosecuzione delle attività di evacuazione, nell’ambito di uno sforzo congiunto interministeriale che ha dato luogo alla creazione di una task-force permanente dedicata”.

LE COLLABORAZIONI INDUSTRIALI

L’incontro tra i due ministri, che avviene mentre a Roma si riunisce il Nato-Industry Forum, è stato anche l’occasione per ribadire il significativo livello di collaborazione raggiunto a livello industriale tre le imprese dei due Paesi, collaborazione che per Guerini ““deve rimanere al centro della nostra relazione, viste le promettenti opportunità che offre per i rispettivi comparti industriali, aumentando le sinergie a livello operativo”. Del resto, Italia e Regno Unito condividono una lunga tradizione di partnership strategiche di successo nel settore della Difesa, e sono diversi i programmi condivisi dalle due Nazioni a cominciare dal caccia di sesta generazione Tempest. “Ritengo fondamentale” ha specificato il ministro “che la cooperazione nell’industria della difesa tra i nostri Paesi si rafforzi attraverso una bilanciata condivisione delle tecnologie e del know-how, in maniera da rendere Tempest il nuovo modello di riferimento per l’industria aerospaziale e per le future collaborazioni internazionali”.