da-referendaria-dico:-l’allarme-sul-quesito-per-l’eutanasia-legale-non-ha-basi-giuridiche

Ciò che ritengo estremamente drammatico è che le nostre vite siano ancora ostaggio di una norma fascista del 1930 che subordina l’autodeterminazione alla funzione collettivistica del bene “vita” conformemente alla ratio dell’incriminazione prevista dall’art. 579 c. p. in tema di omicidio del consenziente

Leave a Reply