“Controlli anche sui social”, l’ultima dichiarazione shock del ministro Lamorgese

“controlli-anche-sui-social”,-l’ultima-dichiarazione-shock-del-ministro-lamorgese

A conclusione dell’anno 2020, non poteva mancare la ciliegina sulla torta… La punta di diamante per rappresentare la dura realtà di deprivazione delle libertà cui siamo stati sottoposti per la maggior parte dei trascorsi 365 giorni.

Il ministro degli interni mette in guardia, proprio come farebbero dei genitori indispettiti con i propri figli (se volessimo interpretare attraverso una chiave di lettura più bonaria) o come farebbero dei secondini tra le mura delle celle di un carcere (se volessimo essere un po’ più fantasiosi e utilizzare una chiave di lettura meno tenera).

Dicevamo, Lamorgese prima che si avvicini troppo il famoso conto alla rovescia, con il dito puntato, mette in guardia i cittadini e ci tiene a sottolineare che i controlli saranno fatti a tappeto e che non verranno tralasciate nemmeno le realtà virtuali.

Il ministro, stando a quanto riferito da Adnkronos, infatti, precisa: “I controlli verranno fatti non soltanto sulle strade, dove già abbiamo operato in questi giorni di Zona Rossa, ma anche online. Questa volta per le feste sappiamo che tramite richiami sui social, qualcuno sta cercando di individuare delle strutture dove riunirsi. Noi faremo gli interventi necessari affinché si eviti di ripetere ciò che è successo questa estate, quando con le discoteche aperte e la partecipazione dei giovani si è determinato un diffondersi ulteriore del virus. Bisogna assolutamente evitarlo”

Insomma, il governo non si smentisce: l’ultima dichiarazione del ministro degli Interni incornicia esattamente lo scellerato anno che abbiamo appena trascorso. Lo impacchetta con un bel fiocco rosso e lo fa stringendo bene il nodo, per ricordarci che siamo sempre nel mirino, sotto il controllo di esercito, pattuglie, droni, proprio come avevano preannunciato i giornali tra le loro righe quando avevano iniziato a parlare di “caccia ai veglioni”. Niente scherzi! È tutto vero….

L’articolo “Controlli anche sui social”, l’ultima dichiarazione shock del ministro Lamorgese proviene da Il Paragone.