Ricette semplici e veloci per riutilizzare  i panettoni e i pandori avanzati dopo le feste, e che vi permetteranno di evitare sprechi, ma con gusto.

Ricette veloci per pandori e panettoni
Photo Adobe Stock

In quasi ogni casa, dopo le feste di Natale, il cruccio guardando la credenza è sempre lo stesso: “E ora cosa faccio con tutti i panettoni avanzati?”. Niente paura – così come per  l’acqua di cottura della pasta – anche con i panettoni e i pandori è possibile evitare inutili sprechi, e questa volta con gusto. Di seguito vi proponiamo una serie di ricette molto veloci e semplici da realizzare. Buon divertimento

Dolci avanzati con pandoro e panettone avanzati

Potreste decidere di continuare a mangiare pandoro e panettone fino ad Aprile, insomma fino a quando non finiscono, oppure potete decidere di riciclarli in altre gustossisime vesti.

Sono numerose infatti le ricette con pandoro e panettone avanzati. Versioni inedite che vi faranno sentire un nuovo gusto del classico dolce natalizio. Certo, è ovvio non sono dolci che aiutano la dieta – ci sarà tempo per fare quella rapida –  ma solleticano molto la gola!

  • Torta Pandoro
  • French test di Panettone
  • Bon bon di Panettone
  • Charlotte di Pandoro
  • Tiramisù di Pandoro

Torta Pandoro

Ricetta torta pandoro-SoloNotizie24.it
Photo Adobe Stock

Ricetta semplicissima, per realizzarla vi occorreranno pochi ingredienti e mezz’ora del vostro tempo. Oltre al pandoro, gli altri ingredienti sono:

Mascarpone – 300 gr

Panna da montare – 300gr

Crema di nocciole – 4 cucchiai

Cacao amaro – quanto basta (q.b.)

Praline alla nocciola – 10

Latte e caffe – q.b.

Procedimento

Tagliate il pandoro a fette orizzontali, dallo spessore di circa 1 cm. Saranno fette a forma di stella che, fatta eccezione per due, taglierete ulteriormente a metà togliendo anche le punte. In uno stampo a cerniera, foderato con della carta forno, sistemerete una delle fette intere a stella come base, mentre quelle tagliate a metà le posizionerete tutte intorno.

Bagnate con un mix di latte e caffè e mettete da parte perché ora ci occupiamo della crema.

Crema

Montate la panna e amalgamatela insieme alla crema di nocciole e alle praline. Una volta ottenuto il composto verserete una parte di questo all’interno della torta, dopodiché adagiate la seconda fetta a stella e ricoprite con il restante composto.

  • Crema alternativa: mascarpone, zucchero e panna. Coloro che lo preferiscono possono sostituire il mascarpone con la ricotta.

Decorazione : potete usare quello che più vi piace, magari riutilizzando gli ingredienti avanzati; in questo caso praline e crema, oppure cacao amaro e confetti zuccherati. Insomma, per le decorazioni l’ingrediente base è la fantasia. Lasciate riposare la torta nel freezer per circa un’ora, o nel frigo per almeno tre ore, ora siete pronti a stupire e a stupirvi.

French toast di panettone

Ricetta french Toast pandoro- riciclo panettoni-SoloNotizie24.it
Photo Adobe Stock

La preparazione di questo dolce, che ricorda le colazioni americane, è molto semplice. Basterà tagliare il panettone a fette e passarle in un mix di uova sbattute con latte e cannella. Dovrai poi cuocere le fette di panettone in padella con il burro e servirle con yogurt e frutti di bosco, o come più vi piace. Gli ingredienti per la preparazione sono:

Uova – 3

Latte – 100 ml

cannella in polvere – q.b.

Burro – 50 gr.

Bon Bon al panettone

Ricetta bon bon al panettone- riutilizzo panettoni-SoloNotizie24.it
Photo Adobe Stock

Vi basteranno poco più di 5 minuti per la preparazione di questi prelibatissimi bon bon che vi aiuteranno a smaltire i panettoni delle feste. Oltre all’ingrediente principe che è il panettone, vi occorreranno:

Cioccolato fondente – 100 gr

Panna fresca – 75 gr

Zucchero a velo – 2 cucchiai

Decorazione – Zuccherini tondi colorati e nocciole a piacere

Procedimento –  Spezzettate il pandoro in una ciotola e unitevi la panna liquida. Impastate fino a ottenere un impasto leggermente appiccicoso. Ora, procedete con la formazione di palline di circa 2 cm di diametro. i più golosi potranno aggiungere all’interno della pallina una nocciola tostata. Mettete le palline a riposo in frigorifero per almeno 10 minuti; il tempo necessario per sciogliere il cioccolato a bagnomaria, dove tufferete le vostre palline per la rivestirle. Una volta fatto questo, arrotolate i bon bon negli zuccherini e il gioco è fatto. Attenzione però, questi bon bon sono come le ciliegie: uno tira l’altro, ma non sono altrettanto dietetici.

(Continua)

LEGGI ANCHE ——->5 segnali per capire se ti ama davvero

LEGGI ANCHE ——-> Come coprire i capelli bianchi, rimedi casalinghi: dalla patata al caffè

Charlotte di pandoro

Una charlotte senza cottura, e già per questo meriterebbe un premio, ma se vi dico che oltre a questo è anche molto veloce e buona? Prepararla, almeno una volta nella vita, è un dovere gastronomico, quindi, eccovi la ricetta.

Ingredienti

Mascarpone – 250 gr

Zucchero – 2 cuccchiai

Uova – 3

Colla di pesce – 4 gr

Latte – q.b. per spennellare

Decorazioni – cacao

Preparazione crema

Mettete a bagno la colla di pesce in acqua fredda. Separate gli albumi dai tuorli: montate gli albumi a neve ben ferma e lavorate i tuorli con lo zucchero, fino ad ottenere una composto chiaro e spumoso al quale unirete il mascarpone e frullate. Ora, posate il frullino e aggiungere gli albumi montati a neve poco per volta con l’aiuto di un mestolo, avendo l’accortezza di fare movimenti dal basso verso l’alto per evitare che gli albumi si smontino. Strizzate la colla di pesce, mettetela in un pentolino con 2 cucchiai di acqua e fatela sciogliere a fuoco lento. Una volta pronta dovrete aggiungerla alla crema e amalgamare il tutto.

Procedimento

Tagliate in pandoro in fette orizzontali: una la userete come base, le altre saranno tagliate in quattro per realizzare degli spicchi. Con l’aiuto di una tortiera a cerniera, assemblate la torta poggiando il cerchio della tortiera su un piatto da portata.

Sistemate la fetta intera come base; con gli altri spicchi foderate il cerchio mettendoli in verticale. Spennellate il pandoro con del latte. Versate metà crema sulla base, aggiungete un’altra fetta di pandoro, spennellatela con il latte e versate il resto della crema. Lasciate in frigo per circa 3 ore. Togliete il cerchio della tortiera e decorate la vostra charlotte tiramisù con cacao amaro.

Tiramisù al pandoro

Ricetta tiramisù pandoro-SoloNotizie24.it
Photo Adobe Stock

Il tiramisù è sicuramente uno dei dolci più plasmati nel corso degli anni, le varianti sono infinite e non poteva di certo mancare quella con il pandoro. Preparare questo dolce non presenta alcuna difficoltà, vi occorrerà qualche fetta di pandoro, mentre, per quanto riguarda la crema, la preparazione è esattamente la stessa per il tiramisù classico. Una volta preparata la crema, procedete all’assemblaggio. Posizionate una fetta di pandoro e spennellatela con del caffè e stendete uno strato di crema. Create quanti strati preferite e infine spolverate con del cacao amaro, e “buon tiramisù”. Di seguito, la ricetta per una crema mascarpone davvero vellutata.

Crema mascarpone

30 gr di tuorli (circa 2 piccoli)

60 gr di zucchero semolato (+ 15 gr di acqua)

250 gr di mascarpone freddo

Procedimento

Separate i tuorli dagli albumi.

Sciogliete lo zucchero nell’acqua, dopodiché mettetelo sul fuoco a scaldare fino a quando non avrà assunto la consistenza di uno sciroppo, ci vuole poco più di un minuto, quindi attenzione a non farlo caramellare. Lasciate che si raffreddi un pochino e poi versatelo ni tuorli. Dovreste montare il composto con le fruste elettriche dono a quando non risulterà un composto spumoso e triplicato nel volume. Schiacciate e rendete cremoso il mascarpone in una ciotola, dopodiché incorporate a poco a poco la crema di uovo preparata precedentemente, avendo cura di fare movimenti dal basso verso l’alto per non smontare il composto. Molti aggiungono gli albumi montati a neve per rendere la crema di mascarpone ancora più spumosa, altri invece preferiscono la panna. Se l’alternativa che preferita è la panna: montate 100 gr. di panna e aggiungetela al composto lentamente e sempre con movimenti circolatori.