Antonio Di Martino, in arte Dimartino, è uno dei cantautori più apprezzati della scena ‘indie’ italiana che salirà sul palco di Sanremo 2021 in coppia con il compaesano Colapesce. Anche Dimartino infatti è originario della Sicilia, è nato a Palermo il 1 dicembre 1982 e conserva un legame molto forte con la sua terra. Oggi però vive a Milano insieme alla sua compagna e alla piccola Ninalou, la sua prima figlia nata nel 2017.

Chi è Michela Forte, la compagna di Dimartino

Il cantautore è molto riservato sulla sua vita privata, che sta attento a tenere lontano dai riflettori del gossip. Dimartino è molto legato alla famiglia e ha una compagna, la fotografa Michela Forte che lo segue nella maggior parte dei suoi scatti. È opera sua ad esempio, la copertina dell’ultimo album di Dimartino “Afrodite”, come conferma in un’intervista del 2019 al sito nofunzine.it. Ormai la loro vita è ancorata a Milano, ma l’artista conserva comunque un forte legame con Palermo, la sua città di origine, dove ha trascorso il lockdown nel marzo del 2020: “Sono rimasto a casa a Palermo con la mia compagna e nostra figlia e ho visto i miei vicini che non conoscevo dopo dieci anni”.

Dimartino è papà della piccola Ninalou

Si chiama Ninalou la figlia di Antonio Di Martino, nata nel 2017, alla quale ha dedicato il suo disco “Afrodite”. La nascita della piccola infatti segna una vera e propria frattura temporale nella vita e nella carriera del cantautore, che ha scelto per lei un nome decisamente originale: “Nina viene da mia madre, Lou da Lou Reed, perché la mia compagna è una superfan dell’ex Velvet Underground”, ha raccontato in un’intervista a Repubblica nel 2019. La paternità d’altronde è per Dimartino una fonte di ispirazione importante per la scrittura: “La notte che è nata mia figlia, uscendo per fumare una sigaretta, mi sono trovato a contemplare il Castello di Venere sul monte Erice e la fascinazione per quella visione mi ha permesso di approdare ad un titolo definitivo, anche se il nome in se esercitava su di me un notevole magnetismo”.