cenone-e-pranzo-di-natale:-occhio-alla-superstizione,-questi-sono-errori-da-non-fare

Ogni Paese ha delle usanze specifiche e anche molto radicate nel tempo, fanno parte della cultura del posto insieme a quelle che sono le superstizioni.

Anche Natale ne ha molte tanto in Italia quanto negli altri paesi d’Europa e del mondo. Scoprirle è divertente perché permette di capire meglio le tradizioni differenti.

Natale
Natale nel mondo (viagginews.com)

In Italia molte sono legate propriamente alla tavola e quindi alla cena della vigilia di Natale e al pranzo del 25 dicembre.

Tradizioni e superstizioni di Natale

Gesti scaramantici, posizioni particolari, alimenti consentiti e vietati, insomma c’è un vero e proprio decalogo sulle tradizioni del Natale. Una delle più antiche prevede che all’interno dell’abitazione le decorazioni luminose siano accese tutta la notte della Vigilia. Questo ha un motivo specifico infatti, come la stella comete dovette guidare i Re Magi per arrivare alla grotta, così le luci aprono la strada in una notte molto speciale.

Tradizioni Natale
Tradizioni Natale (viagginews.com)

Per quanto riguarda i regali del Natale, non deve esserci niente a forma di croce. Infatti in questa giornata si celebra la nascita di Gesù e non la sua morte. Quindi attenzione a quello che comprate e come lo incartate. Essendo un momento di grande gioia è anche preferibile evitare discussioni o liti, per questo meglio evitare a tavola argomenti che possono compromettere un po’ la situazione e scaldare gli animi. A tavola niente posate incrociate sul piatto, sempre perché in qualche modo evocano la croce. Le famiglie che hanno una casa con camino dovrebbero lasciarlo acceso per tutta la notte, perché è di buon auspicio per l’anno nuovo.

Inoltre, non bisogna spazzare per terra ma raccogliere lo sporco al centro della stanza per pulire il giorno dopo. Durante la cena nessuno deve essere con le spalle al muro, anche questo porta sfortuna, per gli occidentali per la Vigilia si devono preparare 9 pietanze differenti per buon augurio. I centrini di vischio per adornare la tavola sono di buon augurio. In Italia inoltre la tradizione prevede, per rispettare la “leggerezza” di fare un pasto a base di pesce per la Vigilia di Natale.

Tradizioni nel mondo

Negli altri Paesi alcune abitudini sono diverse, ad esempio in Francia si cucinano 13 piatti ovvero i 12 apostoli più Gesù, in Giappone il giorno di Natale cade un altro giorno e il 24 si celebra l’amore, una sorta di San Valentino. In questa giornata si va a dormire prima della mezzanotte perché così si può sognare il volto della persone amata. Questi sono i luoghi più belli da visitare a Natale. 

In Messico invece le celebrazioni iniziano il 16 dicembre con una grande festa della pentolaccia con cui si riempie questa pentola finta di cartapesta con i dolciumi e poi si rompe e si mangia tutti insieme. In Catalogna invece non è Babbo Natale a consegnare i regali ma Tio De Natal, una figura del posto che ha un valore mitologico. In occasione, per celebrare questa figura, si usa piazzare un tronco vicino al fuoco e poi lo si fa bruciare lentamente.