carta-alluminio-nelle-scarpe:-il-segreto-che-ti-semplifica-la-vita

Inverno e piedi freddi, un binomio quasi imprescindibile: quando le temperature scendono, ci ritroviamo con le estremità gelate in qualsiasi momento della giornata. E allora via di calzettoni di lana, comodissimi e davvero caldi in casa, che tuttavia non sembrano la soluzione ideale per quando dobbiamo uscire. Per fortuna ci sono dei trucchetti molto utili per tenere al caldo i piedi anche all’aperto. Il più facile (ed economico)? Richiede solamente un po’ di carta alluminio.

Carta alluminio nelle scarpe: a cosa serve

La carta alluminio (o carta stagnola che dir si voglia) è uno dei più versatili accessori da cucina che possiamo trovare nella nostra dispensa. Utilizzato soprattutto per la conservazione degli alimenti, può trovare impiego anche nella soluzione di molti piccoli problemi. C’è addirittura chi ne avvolge qualche foglio attorno a piedi, polsi, gomiti o qualsiasi altra parte del corpo dolorante per alleviare i sintomi di alcuni disturbi molto comuni alle articolazioni o ai muscoli. Rimedio miracoloso della nonna? In realtà, il segreto è nel calore: alleato contro dolori di ogni tipo, viene ben trattenuto dall’alluminio che ne limita la dispersione verso l’esterno.

Secondo questo stesso principio, perché non utilizzare la carta alluminio per tenere al caldo i piedi quando le temperature fuori casa diventano più rigide? In commercio si trovano infatti delle comode solette termiche realizzate con un rivestimento in alluminio (che va posto verso il basso, a contatto con la suola della scarpa) e una caldissima pelliccia di lana, che aumenta la sensazione di calore e assorbe efficacemente umidità e sudore, lasciando i piedi asciutti. Un’idea tanto semplice quanto geniale, per combattere il freddo in quella che è senza dubbio una delle zone più sensibili del corpo.

Come usare la carta alluminio contro il freddo

Se non abbiamo solette termiche a disposizione, possiamo crearne un paio in casa in maniera facile ed economica: ecco che entra in gioco la carta alluminio, proprio quella che tutti abbiamo in cucina. Il procedimento è semplicissimo: prendiamo un paio di scarpe ed estraiamone la soletta, lavandola accuratamente in modo che sia pronta per il passaggio successivo. Stendiamo un foglio di carta alluminio sul tavolo (o su qualsiasi altra superficie rigida) e poggiamoci la soletta dopo averla spennellata di colla liquida. Lasciamo asciugare per un’oretta, quindi ritagliamo l’alluminio seguendo i contorni della soletta. Il gioco è fatto!

Ora non resta che posizionare nuovamente la soletta all’interno della scarpa, facendo attenzione al verso: il rivestimento in alluminio deve andare verso il basso, affinché ci aiuti a proteggere i piedi dal freddo. Con queste poche mosse abbiamo trasformato un normale paio di scarpe in un perfetto strumento contro i rigori invernali. Potremo utilizzarle all’aperto anche senza bisogno di indossare calzini troppo spessi e scomodi, perché il calore rimane all’interno e fornisce una gradevole sensazione anche mentre camminiamo.

I rimedi naturali contro i piedi freddi

Naturalmente, utilizzare un foglio di carta alluminio nelle scarpe è solo uno dei tanti trucchetti per tenere i piedi al caldo in inverno. Le nostre estremità sono infatti soggette a cali repentini di temperatura, e non solo perché sono le parti più esposte del corpo: si tratta di un fenomeno di termoregolazione, mediante il quale l’organismo sposta il calore verso gli organi interni vitali per garantire il loro funzionamento, a discapito di mani e piedi. Non è dunque questione di essere più o meno freddolosi, bensì di un normale processo corporeo. Al quale, tuttavia, possiamo porre rimedio.

Basta adottare qualche piccola abitudine e scegliere gli indumenti giusti per non soffrire mai più di piedi freddi. Se passiamo molto tempo all’aria aperta, è importante acquistare scarpe di qualità che siano impermeabili e che abbiano una suola spessa, per evitare dispersione di calore. Alcune hanno persino un’imbottitura di pelliccia all’interno, per garantire una sensazione ancora più confortevole. Anche i calzini devono essere di buona qualità, realizzati in fibra naturale che agevoli la traspirazione e di un certo spessore. L’idea di indossare due o più paia di calze per proteggere i piedi dal freddo è sbagliata: in questo modo andiamo ad ostacolare la circolazione sanguigna, rischiando di peggiorare la situazione.

Oltre a scarpe e calzini, ci sono altri segreti per tenere i piedi al caldo. Se siamo stati fermi troppo a lungo, fare un po’ di movimento aiuta a riattivare la circolazione: roteazione delle caviglie, stretching alle dita dei piedi e sollevamenti sulle punte sono un ottimo metodo per ritrovare un po’ di calore. Anche un massaggio con crema emolliente garantisce una piacevole sensazione contro i piedi freddi. Possiamo scegliere una pomata a base di arnica o ginkgo biloba, che migliorano la circolazione, oppure a base di capsaicina ed estratti di zenzero, termoattivanti.

Ogni tanto, possiamo concederci un pediluvio rilassante: bastano pochi ingredienti, che spesso abbiamo già in casa, per avere piedi caldi e vellutati. Prepariamo una bacinella con acqua calda (ma non bollente!), aggiungendovi due cucchiai di bicarbonato di sodio e qualche goccia di olio essenziale a piacere. Dopo aver mescolato bene, immergiamo i piedi e teniamoli a bagno per circa 15 minuti: oltre alla piacevole sensazione di benessere, ne trarremo giovamento contro le caviglie gonfie e avremo una pelle liscissima. In alternativa possiamo usare i sali di Epsom, che vantano molti benefici per la salute.

Infine, per dire addio ai piedi freddi possiamo curare un po’ l’alimentazione e adottare sane abitudini di vita. Alcolici e fumo sono due elementi che possono peggiorare la situazione: l’alcol ha infatti un rapido effetto vasodilatatore, ma di breve durata e al quale fa seguito una vasocostrizione severa. Ed è vasocostrittrice anche la nicotina, che quindi riduce l’afflusso di sangue alle estremità. Per quanto riguarda la dieta, via libera a quegli alimenti ricchi di vitamina C, che migliorano la circolazione sanguigna. Molto utile anche il peperoncino, che contiene capsaicina dagli effetti vasodilatatori.

Una carenza di sali minerali come ferro, magnesio, potassio e sodio può provocare una maggiore sensibilità al freddo: dovremmo quindi introdurre cibi che ne contengono in gran quantità (con un occhio di attenzione al sodio, che può peggiorare eventuali problemi di ipertensione). Dovremmo poi ridurre il consumo di caffè e bevande eccitanti, che possiedono caffeina: questa sostanza ha effetti vasocostrittori e peggiora la sensazione di freddo ai piedi. Infine, è importante essere sempre ben idratati. Secondo gli esperti, dovremmo bere almeno due litri d’acqua al giorno, che possiamo almeno parzialmente sostituire con tisane riscaldanti (purché non zuccherate).